Sì, ci sarà! Il regista parla di come sarà il quarto film di Thor: Virgula


Alok e Romana Novais hanno annunciato che saranno i genitori per la seconda volta

Crediti: riproduzione / Instagram

Alok e Romana Novais hanno annunciato che saranno i genitori per la seconda volta

Crediti: riproduzione / Instagram

Alok e Romana Novais hanno annunciato che saranno i genitori per la seconda volta

Crediti: riproduzione / Instagram

.

La quarantena fa sì che l’insegnante di danza crei un ghiacciolo coxinha all’interno di SP – Virgula


Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

Matt Fields ha creato un’abitudine molto insolita durante la quarantena: irrompere nelle videoconferenze di sua moglie Cara con esilaranti fantasie

Crediti: riproduzione / Facebook

.

Il latte di mucca fa male: sì o no?


Il latte è un alimento meraviglioso quando esce dalla mammella della mucca e nutre i suoi vitelli. Se estratto per la commercializzazione, contiene alcune aggiunte artificiali, oltre al processo di pastorizzazione, che lo rende un prodotto totalmente diverso dall’originale. Ti sei mai chiesto se il fa male il latte di mucca?

Per avere un’idea di quanto fosse stata messa in dubbio la sua validità come alimento, l’Università di Harvard l’ha rimosso dal suo menu, con l’obiettivo di migliorare la salute dei suoi studenti, poiché molti dei prodotti venduti contengono molti ormoni, secondo il loro studi.

Dopo tutto, fa male o no il latte di mucca?

Credito d’immagine: Dicasonline

La risposta è semplice: al latte che scegli sul mercato, vengono aggiunti molti ormoni o altre sostanze per conservarlo per diversi mesi, sì.

Ci sono agenzie di regolamentazione nel governo per garantire che il latte che raggiunge gli scaffali non sia adulterato con soda caustica o altri ingredienti dannosi per la salute. Inoltre, si consiglia sempre di osservare l’etichetta. In alcuni paesi come il Brasile, la legge consente l’uso di uno stabilizzatore (citrato di sodio) per evitare che il liquido si rovini rapidamente, ma vieta l’aggiunta di conservanti. Pertanto, meno elementi vengono aggiunti, meglio è.

Tieni sempre presente il sapore del latte che scegli. Questo spesso ti informa se c’è qualcosa di strano aggiunto o meno. Oltre a queste aggiunte illegali al prodotto, alcune sue caratteristiche possono essere dannose per la salute.

1. Peggioramento dell’intolleranza al lattosio

Mal di stomaco, gas, diarrea, gonfiore, questi possono essere tutti sintomi di intolleranza al lattosio. Le statistiche indicano che il 75% della popolazione mondiale ha questo problema e la tendenza è in aumento, soprattutto nei bambini che bevono latte di mucca nei primi mesi di vita.

È più comune in adulti che sono meno in grado di elaborare il lattosio rispetto ai bambinied è generalmente un fattore ereditario. Pertanto, se un parente vicino a te ha intolleranza, le probabilità che tu e i tuoi figli sviluppiate la malattia sono maggiori.

2. Può peggiorare le allergie respiratorie

Questo punto non è una regola generale per tutti. Alcuni esperti ritengono che i latti di alcune specie di mucche, in particolare quelli che contengono una proteina chiamata Beta-CM-7, possano contribuire alla produzione di muco nel tratto respiratorio. Questo fattore peggiorerebbe le condizioni dei pazienti già diagnosticati con rinite o sinusite allergica.

La nutrizionista Gabriela Samico spiega che questo di solito si verifica nei primi anni di contatto del bambino con la bevanda e i suoi derivati, perché il corpo identifica le proteine ​​del corpo come invasive e cerca di combatterla.

3. Aumenta la tendenza a brufoli e acne

Il latte è anche correlato non solo alla comparsa di acne e brufoli (brufoli), ma anche a varie malattie della pelle, poiché provoca infiammazione nel corpo e stimola la produzione di ghiandole sebacee.

I ricercatori degli Stati Uniti stabiliscono che il consumo di latte, in particolare il latte scremato, aumenta l’acne a causa dell’aumento dell’insulina che stimola la produzione nelle ghiandole sebacee, aggravando l’immagine di coloro che già soffrono della malattia.

4. Porta a fluttuazioni di peso

Maggiore è la quantità di latte che consumi, maggiore è la probabilità di ingrassare, poiché è ricco di grassi e anche di zucchero. I nutrienti presenti in esso possono essere facilmente sostituiti da altri simili con meno calorie.

Ad esempio, in un bicchiere da 200 ml. del latte vaccino ci sono 268 mg. di calcio. Solo 100 grammi di broccoli contengono già 513 mg! Per non parlare di 177 mg. cavolo, 136 mg. spinaci, 476 mg. di fagioli bianchi e 482 mg. sardine.

5. Può bloccare le vene

Il latte di mucca fa male perché la quantità di grassi saturi in un bicchiere può raggiungere il 20% della quantità giornaliera raccomandata, non essendo raccomandato per le persone con problemi cardiaci.

Secondo uno studio condotto con persone anziane nel sud del Brasile, esiste “un maggiore apporto calorico e grassi saturi e colesterolo, il cui consumo eccessivo è associato a una maggiore incidenza di dislipidemia, un importante fattore di rischio per le malattie cardiovascolari”.

6. Aggiunta di antibiotici e additivi al corpo

Le medicine consumate dalle mucche sono presenti nel latte e, di conseguenza, vengono trasmesse a coloro che le consumano. Inoltre, l’ormone presente nel cibo e persino nelle feci delle galline, che consumano, può essere trasportato dal latte.

Cerca sempre di scegliere un’opzione in cui le mucche siano tenute il più libere possibile e, se puoi, il latte biologico.

Proprietà nutrizionali

Secondo il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (Usda), per ogni tazza di 244 grammi di latte vaccino intero, troverai:

  • acqua: 213,96 grammi;
  • potere156 kcal;
  • proteina: 8 grammi;
  • Grasso totale: 8,93 grammi;
  • carboidrati: 11,35 grammi;
  • fibre: nessuna;
  • calcio: 290 mg;
  • ferro: 0,12 mg;
  • magnesio: 32 mg;
  • partita: 227 mg;
  • potassio: 368 mg;
  • sodio: 120 mg

Miti e verità sul latte di mucca

Credito d’immagine: Dicasonline

Ora conosci alcuni miti e verità sul consumo e se il latte di mucca fa male nella vita di tutti i giorni.

Il latte biologico è più sicuro

mito Il latte biologico e regolare nel contenitore è sicuro per la salute. La più grande differenza tra loro è come viene allevata la mucca e viene espresso il latte. Non ci sono ormoni o antibiotici per aumentare la produzione di liquidi.

Le donne in menopausa dovrebbero bere più latte

Più o meno. La perdita ossea è quasi la norma nelle donne in menopausa e questo aumenta il rischio di osteoporosi. Mangiare cibi ricchi di calcio dovrebbe essere una cura per tutta la vita e non solo in questa fase. Pertanto, questo nutriente non si trova solo nel latte. Parlare con uno specialista è sempre il più consigliato per soddisfare questa esigenza.

Il latte è necessario per il calcio

mito Il calcio che bevi, da solo, non è direttamente collegato all’osso, a meno che non sia associato al consumo di vitamina D e magnesio. Senza di essi, si accumula nelle arterie del cuore e dei reni.

Il calcio può essere trovato in altri alimenti, come sesamo, broccoli, verdure verde scuro e molti altri alimenti ricchi di nutrienti. Dà anche la priorità agli alimenti ricchi di magnesio e vitamina D.

Bere latte caldo ti aiuta a dormire

Più o meno. Il latte è ricco di triptofano, un amminoacido che regola la produzione di serotonina, un neurotrasmettitore responsabile della sensazione di benessere. La serotonina, a sua volta, viene convertita in melatonina, l’ormone del sonno.

Alcuni studi, tuttavia, affermano che il triptofano agisce solo nei primi minuti di sonno, quando una persona inizia a sentirsi assonnata.

Prima di rimuovere il latte o altri derivati ​​dalla routine, consultare il medico e un nutrizionista. Ogni caso è unico e solo un esperto può dire qual è il migliore, in base agli esami e alle diagnosi che fa per te. Si noti che i dati in questo articolo non sostituiscono l’opinione di un medico.



Snelle al tè nero: sì o no?


Il tè nero perde davvero peso? Questa è una domanda che molte persone in cerca di perdita di peso sano hanno. Scopri la risposta in questo articolo.

Ricco di fluoro, acido folico e riboflavina, fa molto bene alla salute. Ha anche fosforo e potassio.

Il suo consumo regolare può fornire diversi benefici al corpo, essendo altamente raccomandato per la perdita di peso

Il tè nero perde peso?

Sì, il tè nero perde peso. Questo aiuta molto in questo processo.

Pur avendo a malapena 2 calorie per tazza, è un gigante in termini di benefici. Fornisce più energia per le attività quotidiane, comprese le attività fisiche, facilitando il processo di perdita di peso.

Allo stesso modo, accelera il metabolismo, data la presenza di caffeina, che aumenta il metabolismo basale del 12%. Associati alla caffeina, anche i polifenoli svolgono il ruolo di aumentare la termogenesi, bruciare i grassi più veloce, oltre a prevenirne l’accumulo nei tessuti.

Nonostante la caffeina, il tè nero contiene L-teanina, che agisce direttamente sulla funzione cerebrale, stimolando la produzione di serotonina e dopamina, i famosi ormoni della felicità. In questo modo, aiutano a ridurre lo stress e l’ansia riducendo i pasti dopo le ore.

Per migliorare, i flavonoidi presenti in essa causano l’eliminazione dei grassi anziché l’assorbimento.

Come preparare il tè nero per l’invecchiamento

Credito d’immagine: Dicasonline

ingredienti

  • Agua: 250 ml;
  • Bustina di tè nero: 2 unità.

preparazione:

1 In una casseruola, fai bollire l’acqua.

2) Non appena bolle, posiziona i sacchetti e spegni il fuoco.

3) Copri la padella e attendi che si scaldi.

4) Bevi ancora caldo dopo aver rimosso le bustine.

5) Non dovresti addolcire l’infuso.

Altri ottimi tè dimagranti

Tè verde

Ancora meglio del tè nero, il tè verde è una delle migliori opzioni di perdita di peso. questo riduce il grasso e lo zucchero nel sangue, accelera il metabolismo, è antiossidante e povero di calorie.

La catechina, presente nel tè verde, aiuta a scomporre le molecole di grasso, facilitando la loro eliminazione. Per preparare il tè convenzionale, bustina, basta seguire passo dopo passo come nel tè nero.

Nonostante ciò, se trovi l’erba secca, avrà un effetto migliore. Ecco come farlo.

ingredienti

  • Agua: 250 ml;
  • Foglie di tè verde disidratate: 1 cucchiaio.

preparazione:

1 In una casseruola, fai bollire l’acqua.

2) Non appena bolle, aggiungi le foglie di tè verde e spegni il fuoco.

3) Coprire e riscaldare.

4) Filtra e bevi mentre è ancora caldo.

5 Non dovresti addolcire il tè.

Tè bianco

Il tè bianco è il meno noto dei due, ma offre anche risultati eccellenti. Sebbene potente, non ha il sapore deciso delle altre due opzioni, è molto morbido e molto gustoso.

Nonostante la sua scorrevolezza, il fatto che le sue foglie vengono raccolte prima dell’ossidazione (il palcoscenico in cui il tè si chiama tè verde), lo rende più ricco di catechine e polifenoli, fino al 40%. In altre parole, anche la tua capacità di perdita di peso è maggiore.

Per un bicchiere d’acqua, usa un cucchiaio di foglia disidratata. Puoi prenderlo due volte al giorno, preferibilmente a stomaco vuoto.

Tè di ibisco

Il tè all’ibisco ha molti benefici per la salute delle donne, oltre ad aiutarti a perdere peso. Con un colore rosso intenso e un sapore esotico, è delizioso caldo o freddo e può anche essere usato per fare bevande.

Conosciuto anche come tè secco della pancia, l’ibisco aiuta a ridurre le misurazioni nell’addome, eliminando la pancia scomoda. Per prepararlo, basta seguire le stesse istruzioni del tè bianco.

Tè allo zenzero

Molto popolare nella cucina brasiliana, lo zenzero ha le sue comprovate qualità nutrizionali.

Con un sapore unico, il tè allo zenzero aiuta ad accelerare il metabolismo, a bruciare i grassi più velocemente e fornire più energia al corpo. È molto semplice da fare. Basta cuocere per 5 minuti, 3 pollici di zenzero in 1 tazza d’acqua.

Lasciare in infusione fino al caldo e prenderlo senza zucchero.

matcha

dimagrimento del tè nero
Credito d’immagine: Dicasonline

Il più nuovo e più amato nelle diete è il matcha, che è quasi un tè verde, ma molto più potente.

Oltre a abbattere le molecole di grasso e per impedire che si accumulino nei tessuti, è noto che il matcha è un eliminatore dell’addome, utilizzato per questo scopo.

Le sue proprietà sono più delicate, ecco perché le foglie non dovrebbero bollire. Metti un cucchiaio in un bicchiere di acqua bollente e spegni il fuoco. Lascialo caldo nella padella, filtralo e bevi ancora caldo.

Contenuto clinicamente verificato dalla dott.ssa Dafne Oliveira.

Tutto e che il contenuto è approvato da un professionista della salute, poiché ogni organismo è diverso, prima di iniziare a prendere qualsiasi infusione, il più consigliabile è consultare il medico se questi tè sono adatti a te, come O il medico conosce le tue condizioni e può fornire la guida precisa necessaria nel tuo caso. Ricorda che i dati presentati in questo articolo non sostituiscono in ogni caso l’opinione di un medico.



Ibuprofene per coronavirus: sì o no? Sai cosa puoi prendere


Tra tutti i dubbi ancora esistenti sul coronavirus, vi sono dubbi sui tipi di farmaci che si dovrebbero o non si dovrebbero assumere, se necessario. Dopo un post su Twitter del ministro francese in cui si afferma che le persone non dovrebbero usare l’ibuprofene del farmaco antinfiammatorio, sono iniziate molte discussioni sull’argomento e ora le persone hanno paura di usare questo medicinale. Scopri la situazione attuale relativa all’uso dell’ibuprofene per il coronavirus.

CHI consiglia l’ibuprofene per il coronavirus o no?

Credito d’immagine: Dicasonline

Tutti i dubbi sull’uso dell’ibuprofene per il coronavirus sono sorti dalla pubblicazione del ministro francese, che a sua volta è stata motivata da una possibile relazione tra l’effetto antinfiammatorio dell’ibuprofene (venduto anche come Advil o Motrin) e il peggioramento dell’infezione. dal coronavirus.

Christian Lindmeier, portavoce dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS), ha parlato in una conferenza stampa a Ginevra affermando che sono stati condotti studi approfonditi in laboratorio e nella letteratura scientifica per garantire una possibile reazione negativa. tra farmaci e malattie, ma Finora non ci sono informazioni per confermare questa speculazione.

Cosa prendere al posto dell’ibuprofene per il coronavirus?

In ogni caso, l’attuale raccomandazione dell’OMS (Organizzazione mondiale della sanità) e del Ministero della salute del Brasile è la seguente: poiché i sintomi principali della malattia sono febbre e dolore corporeo, basta usare antidolorifici e antipiretici, come il paracetamolo o il dipirone, se qualcuno è a casa con la febbre e sospetta di avere il coronavirus per alleviare i sintomi.

Poiché sono ancora in corso studi sulla questione sollevata, Per precauzione, è meglio non automedicare con l’ibuprofene.

Nel frattempo, se l’ibuprofene è stato prescritto da un medico, il trattamento non deve essere interrotto a causa del panico del peggioramento della malatia.

Inoltre, non è necessario acquistare uno stock di paracetamolo o dipirone, quanto basta fino alla fine del trattamento, poiché le farmacie rimarranno aperte e anche altre persone avranno bisogno di questo medicinale.

Come prevenire il coronavirus

  • Mantenere igienizzati oggetti usati di frequente, come mobili, giocattoli, panche, maniglie e corrimano;
  • Lava il viso, specialmente le narici, ogni volta che torni a casa, e talvolta un giorno se ti alleni;
  • Quindi lavati accuratamente le mani con acqua e sapone, asciugandole con un tovagliolo di carta;
  • Non condividere oggetti personali come bicchieri, posate e asciugamani;
  • Mantenere la casa e il posto di lavoro ben ventilati;
  • Non salutare le persone con le mani o baciarle;
  • Mantieni gli anziani a casa.