vedere le punte crescenti di questa bellissima pianticella


IL Pilea è una pianta molto apprezzata su Instagram e Pinterest per chi ama vedere la decorazione delle piante in casa. Se anche tu pensi che sia bello e stai pensando di cercare una piantina da coltivare a casa, dai un’occhiata a questi suggerimenti per la coltivazione prima per assicurarti che la tua pianta sia bella e sana.

Come prendersi cura dei capelli

suggerimenti per la coltivazione di pilea
Credito: Freepik

Uno dei nomi popolari per pilea è “pianta del denaro cinese”, poiché è originario della Cina. Ma è anche conosciuta come pianta dell’amicizia, perché genera molti germogli alla base del fusto, proliferando la sua bellezza. Il suo nome scientifico è Pilea peperomioides. Il nome scientifico si legge “pillola”, perché è in latino, ma nel nome popolare è comune chiamarlo “pileia”.

Illuminazione

Questa pianta ama stare in ambienti molto luminosi, con luce naturale, molto vicino alle finestre. È una pianta a mezz’ombra e ciò significa che non può essere sotto il pieno sole, ma cattura solo la luce.

Substrato

Per la messa a dimora e il reimpianto di questa pianta, scegli un terreno ricco di sostanza organica e con un buon drenaggio per evitare che il terreno si impregni, altrimenti le radici marciranno. Ha foglie sode, che immagazzinano un po ‘d’acqua, quindi non ha bisogno di terreno così umido.

Una buona miscela ben bilanciata per la semina è composta da 1 parte di humus di lombrico o letame conciato + 1 parte di sabbia o perlite (per il drenaggio del terreno) + 1 parte fibrosa, come la fibra di cocco.

fertilizzante

Per fertilizzare la tua pilea, scegli un fertilizzante liquido tipo NPK 10-10-10 per evitare errori, se non hai molta pratica con le piante in crescita.

Watering

L’irrigazione per questa pianta è semplice e poco frequente. Essendo una semi-succulenta, cioè con alcune caratteristiche delle piante grasse, come immagazzinare un po ‘d’acqua nelle foglie e nel fusto, non è necessario mantenere il terreno umido. Annaffia quando noti che il terreno è asciutto. Per saperlo, metti il ​​dito sul supporto e potrai sentire se all’interno è molto secco o ancora umido.

Riproduzione della pilea

Se hai già una piantina cresciuta di questa pianta, puoi prenderne una piantina insieme a un pezzo di radice, con attenzione, e ripiantarla in un nuovo vaso. La radice continuerà a germogliare e si svilupperà come una nuova pianta. Ricordarsi di utilizzare uno strumento da taglio molto pulito per evitare di contaminare le piante, e utilizzare un buon substrato, come consigliato, per assicurarne il corretto sviluppo.

Vedi anche: imparare a coltivare mini felci hawaiane



Cavolo decorativo: impara a coltivare questa pianta ornamentale


Sapevi che non tutti i cavoli sono commestibili? Se hai mai visto una pianta di cavolo in un negozio di fiori e l’hai trovata strana, Probabilmente hai visto il cavolo decorativo. Questa pianta è molto voluminosa ed è disponibile in molti colori. È ideale per comporre un giardino insieme ad altri tipi di piante, creando un contrasto e coprendo anche il terreno.

Caratteristiche generali

Credito immagine: Dicasonline

Il nome scientifico per il cavolo decorativo è Brassica oleracea L. var. accetta questo, ed è anche comunemente chiamato cavolo ornamentale o cavolo ornamentale. La sua origine risiede in Europa e Nord America. È una pianta erbacea, ha un ciclo vitale di 45 giorni in estate e 60 giorni in inverno. Può raggiungere i 35 centimetri di altezza e le sue foglie sono disposte a rosette.

Clima

Cavolo decorativo
Credito immagine: Dicasonline

Il cavolo cappuccio decorativo si sposa bene con climi diversi, anche i più freddi. Tuttavia, dovrebbe essere piantato in un luogo dove riceve il sole. Solo in piena estate, quando fa molto caldo, è consigliabile trascorrere il pomeriggio all’ombra.

Suggerimenti per piantare nel terreno

Credito immagine: Dicasonline

Per piantare direttamente nel terreno, cioè in giardino, è necessario disporre di un terreno sabbioso-argilloso e permeabile. L’ideale è fare una miscela di composto organico, composto animale di hick ben stagionato, di circa 500 grammi / m2, incorporando anche 100 grammi di fosfato naturale o farina di ossa. Se si utilizza fertilizzante animale per lettiera di pollo, utilizzare solo 250 grammi / mDue.

Scavare una buca grande quanto il terreno da coltivare, sistemare la pianta e nidificare il terreno circostante. Dopo aver piantato tutto, innaffia il terreno. Se rimane dello sporco tra le foglie, utilizzare una spazzola morbida per pulire. Le annaffiature dovrebbero essere frequenti per mantenere le foglie carnose (gonfie, gonfie).

Suggerimenti per piantare in vaso

Credito immagine: Dicasonline

È anche possibile piantare cavoli decorativi in ​​una pentola. Per questo, avrai bisogno di una pentola con una bocca larga e un’altezza di 25 centimetri. In fondo, metti uno strato di geostuoia e sabbia bagnata per fare un buon drenaggio dopo ogni irrigazione.

Quindi, posizionare parte del substrato, accogliere la radice con la piantina e riempire con altra miscela di substrato, premendo leggermente per solidificare. Acqua, allora.

Se si desidera utilizzare la pianta per ornamenti interni, sostituire il concime animale con fertilizzante organominerale o concime granulare NPK 10-10-10, circa 20 grammi per vaso medio.

Moltiplicazione dei semi

Credito immagine: Dicasonline

Per propagare questa pianta, devi usare i suoi semi. Verificare che siano entro la data di scadenza e preferibilmente lontani dalla data di scadenza, altrimenti potrebbero interferire con la germinazione.

Prepara un contenitore mettendo metà del terriccio sul letto e metà della sabbia. Livellare e strizzare leggermente per compattare un po ‘.

Traccia delle linee sul terreno e deposita da 4 a 5 semi, lasciando uno spazio di 5 cm tra di loro. Innaffia due volte al giorno con uno spruzzo sottile.

È bene tenere sopra una plastica trasparente finché non si notano segni di germinazione. Proteggi i semi dal sole e dalla pioggia.

Quando compaiono le piantine, da 5 a 10 giorni dopo la semina, rimuovi la plastica.

Per trapiantarle, attendere che le piantine siano alte circa 10 centimetri per maneggiarle in sicurezza. Quindi, piantali nella posizione finale.

Leggi anche: Come coltivare patate grandi e deliziose in una pentola



Kalanchoe: impara a coltivare questa pianta colorata a casa


La Kalanchoe è una pianta molto apprezzata in Brasile, in quanto è una delle piante principali scelte per presentare o decorare i tavoli delle feste. È economico e facile da coltivare, molto bello con i suoi fiori delicati e le varie sfumature.

Questa è una pianta succulenta, della famiglia delle Crassulaceae, originaria dell’Africa. Il suo nome scientifico è Kalanchoe blossfeldiana, ma è anche conosciuta come calandiva (che in realtà è la sua sorella quasi gemella), fiore della fortuna e pianta della felicità.

Differenza tra kalanchoe e calandiva

Credito immagine: Dicasonline

Kalanchoe e calandiva sono sorelle, abbastanza simili. L’unica differenza è nella forma dei fiori. Mentre la kalanchoe ha fiori semplici, con uno strato di petali, la calandiva ha strati di petali piegati, come nell’immagine sopra. Ma la cura per entrambi è la stessa.

Prenditi cura di un buon raccolto

Credito immagine: Dicasonline

Quando ottieni un kalanchoe, di solito è con i fiori. Quindi, in quel caso, mettilo nel posto giusto e goditi la sua bellezza, senza preoccuparti della fertilizzazione. Ma la fioritura finirà ed è importante che tu conosca tutti i suggerimenti per la crescita in modo che la tua pianta rimanga viva e sana nel corso degli anni.

illuminazione

Sebbene non sia una regola, alla maggior parte delle piante grasse piace il sole. Nel caso del kalanchoe, si applica anche questa regola. Gli piace prendere il sole alcune ore al giorno, al mattino o al pomeriggio. Quindi, lascialo vicino a una finestra o in un luogo dove splende il sole. Ma quando la fioritura è finita, è importante dare 12 ore di ombra al giorno per riposare e rinvigorirsi mentre ci si prepara a fiorire di nuovo.

Irrigazione

L’irrigazione va fatta non appena si nota che il supporto è asciutto. In estate, puoi fare due irrigazioni a settimana, poiché il terreno si asciuga più velocemente. In inverno, una volta alla settimana è generalmente sufficiente. Verificare comunque che il supporto sia già asciutto in superficie prima di bagnarlo.

La quantità di acqua da dare ad ogni irrigazione è fino a quando non si vede fuoriuscire acqua da sotto la pentola (che deve avere dei buchi). Se la padella è su un piatto piccolo, getta l’acqua rimanente.

Potatura di Kalanchoe

Dopo ogni fioritura, i fiori di questa pianta appassiscono. Pertanto, puoi pulirli in modo che risultino più forti nella prossima fioritura. Eliminate i fiori secchi e, se la pianta è molto appassita, tagliate alla base i gambi più danneggiati. Usa cesoie da potatura molto pulite per questo. Altrimenti, puoi contaminare la pianta.

Trapianto

Credito immagine: Dicasonline

Se ti prendi cura del tuo fiore della fortuna, crescerà e presto sarà sproporzionato rispetto alle dimensioni del vaso. Quindi, scegli un vaso leggermente più grande, incolla un terreno ben ventilato ricco di sostanza organica e metti la tua pianta all’interno di questo nuovo vaso. Coprire con altro substrato e acqua. Fallo solo dopo la fioritura.

Fecondazione

Nella concimazione della pianta, anche dopo la fase di fioritura, può essere alimentata con farina d’ossa, ricino o NPK 20-20-20.

Riproduzione Kalanchoe

Per aumentare la quantità di kalanchoe nella tua casa, con più vasi, puoi riprodurla tagliandola. Taglia uno degli steli alla base, che è molto sano e alto almeno 5 centimetri. Rimuovere le foglie dal fondo dello stelo, lasciando solo le foglie superiori, e attendere alcuni giorni che la base si asciughi. Quindi, devi solo ripiantare, inchiodare il terreno in una nuova pentola e annaffiarlo.

Leggi anche: Uso del naftalene nelle piante: sì o no? Scopri la verità



impara a coltivare questa pianta nella versione mini


Le felci sono piante molto grandi da appendere in alto e lasciare che le loro foglie cadano e siano molto voluminose. Ma se non hai spazio per far crescere grandi felci, ti divertirai a conoscerlo felce hawaiana, che è la versione mini, ibrida, sviluppata in laboratorio proprio per essere un’opzione per chi ama la coltivazione delle piante, ma ha spazi ridotti.

Questa pianta raggiunge i 30-60 centimetri ed è molto voluminosa, ma con foglie piccole, in miniatura. È carino. Le punte di coltivazione sono simili a quelle delle grandi felci, dopotutto è la stessa pianta, ma in una versione piccola. Guarda i suggerimenti e fai i test di coltivazione nella tua casa finché le tue piante non si adattano al clima locale.

È importante avere pazienza e prestare attenzione alla pianta, poiché le punte di coltivazione non sono regole. Può darsi che nei suoi primi tentativi la pianta non resista e muoia, quindi guarda cosa può fare diversamente la prossima volta e non arrenderti.

Clima ideale per la felce hawaiana

coltivando la felce hawaiana
Credito: Samambaias Lindas

La felce hawaiana, essendo una pianta tropicale, ama un clima più umido e con mezz’ombra. Non le piace il vento, quindi cerca di proteggerla. Se vuoi tenerlo al sole, è meglio provare a fare un adattamento poco a poco, con un po ‘di sole debole ogni giorno fino a quando non ci si abitua. Ma in generale questa pianta predilige un ambiente con molta luce, ma senza luce solare diretta sulle sue foglie.

Watering

Poiché è una pianta che ama gli ambienti più umidi, puoi innaffiare frequentemente la tua felce hawaiana, un po ‘alla volta, anche spruzzandone le foglie. Non è necessario riempirlo d’acqua finché non drena sotto la pentola. Acqua in piccola quantità, solo più spesso in modo che il substrato sia sempre umido.

Substrato per piantare felce hawaiana

Il substrato della felce può essere molto leggero. Un buon mix di substrato per piantare la tua felce hawaiana è il seguente:

  • 1 misurino di sabbia;
  • 2 misure di terreno;
  • 7 misure di humus di lombrico;
  • 1 cucchiaino di carbone di legna macinato.

Mescolate il tutto in una ciotola, scegliete un vaso bucato, mettete una coperta drenante (può essere di TNT o tagliata di spugna) quindi riempite di terra e mettete la piantina. Fai un’annaffiatura e il gioco è fatto.

fertilizzante

La felce hawaiana non porta frutti né fiori. Quindi la concimazione sarà quella di favorire la crescita di foglie sane. Per questo, puoi scegliere un fertilizzante adatto alle felci o un NPK con una percentuale maggiore di azoto.

Vedi anche: punte di decorazione con felci



impara come coltivare questa pianta a casa


IL orchidea pantofola è uno dei più popolari tra le orchidee. Tra i suoi altri nomi popolari ci sono la scarpa degli angeli, la scarpa della Madonna, la scarpa della principessa, la scarpa di Venere. Tutto perché, per molti, la forma del fiore è quella di una piccola scarpa.

Ma il suo nome scientifico corrisponde ai due generi a cui appartengono le sue varietà: paphiopedilum o Phragmipedium. Scopri di più sull’orchidea sapatinho e leggi i consigli di coltivazione per averlo a casa.

Caratteristiche dell’orchidea di pantofola

Come hai visto prima, i generi dell’orchidea di pantofola sono paphiopedilum o Phragmipedium. A paphiopedilum provengono dall’Asia, preferiscono terreni umidi e scarsa luminosità.

A Phragmipedium sono comuni in Sud America, amano anche il terreno umido, ma preferiscono ambienti con molta luce.

Quindi, grazie a queste caratteristiche, aiuta a scegliere il genere migliore da coltivare, in base allo spazio in cui si intende lasciare la pianta.

In Brasile è abbastanza comune da trovare Paphiopedilum Leeanum, che ha fiori grandi e colorati e può essere coltivata all’aperto o al chiuso. Questa pianta ha fiori solitari che nascono su uno stelo di circa 15 centimetri. Se sono ben trattati, possono rimanere in fiore per circa 30 giorni.

La bellezza di questa orchidea pantofola è apprezzata anche quando non è in fiore, quindi avrai una bella pianta ornamentale tutto l’anno.

A causa delle sue caratteristiche strutturali, questa orchidea non può immagazzinare molta acqua e quindi ha bisogno di più annaffiature per rimanere in salute.

Suggerimenti per la coltivazione di orchidee pantofole

Una volta capito, è facile far crescere l’orchidea di pantofola a casa. Devi solo far abituare la pianta all’ambiente e tenerla d’occhio per mantenerla sempre in salute.

Scelta della nave

variazione di fiori viola

Il vaso per questa orchidea deve essere piccolo, in base alle sue dimensioni. Se scegli un vaso molto grande, non si svilupperà bene. Le sue radici sono deboli e la nutrizione della pianta è carente. Scegli una piccola pentola con fori sotto e plastica per mantenere più umidità.

Substrato

variazione allungata del fiore

Una buona opzione di substrato per l’orchidea sapatinho è quella di mescolare il terreno nero con sabbia, carbone e humus di lombrico per mantenere un substrato leggero che incoraggi il radicamento.

Puoi anche investire in corteccia di pino, sfagno e muschio da mettere sopra il substrato, poiché aiutano a mantenere umido il terreno.

Un altro consiglio dei coltivatori che raccolgono le orchidee sapatinho è di creare un substrato usando circa il 50% di muschio, il 30 o il 40% di palline di polistirolo e il resto di felce arborea o fibra di cocco.

L’importanza dello Styrofoam è che se metti il ​​muschio, marcirà molto rapidamente e si depositerà sul fondo della pentola. Quindi il polistirolo aiuta a mantenere la struttura del substrato. Il muschio è importante per mantenere l’umidità, poiché il polistirolo non assorbe l’acqua.

Watering

variazione di orchidea pantofola lilla

È importante che il terreno dell’orchidea della scarpa sia sempre umido, ma non bagnato, pieno d’acqua. Dai un’occhiata una volta al giorno, posizionando il dito sul substrato e sentendone l’umidità. Se è quasi asciutto, è tempo di annaffiare.

Nei mesi più freddi, l’irrigazione è più distanziata, ma nei mesi caldi è più frequente. L’uso di un buon substrato è essenziale per mantenere l’umidità regolata per la pianta, contribuendo a drenare tutta l’acqua in eccesso.

fertilizzante

variazione del fiore viola e bianco

Alle orchidee piace ricevere una buona concimazione per stimolare la loro fioritura. Il fertilizzante può essere fogliare, quello spruzzato sulle foglie, ogni 15 giorni. Può anche essere direttamente a terra, sia liquido che solido, ogni 1 o 2 mesi in media.

È possibile utilizzare un NPK 20-20-20. Valuta l’aspetto della pianta per determinare se la quantità di substrato è buona per esso. La concimazione dovrebbe essere effettuata solo al di fuori del periodo di fioritura, prima o dopo.

Fioritura dell’orchidea di pantofola

variazione di fiore bianco con macchie

Se l’orchidea viene piantata dai semi, possono essere necessari dai 3 ai 4 anni per la prima fioritura. Se proviene da piantine, fiorirà una volta all’anno, rimanendo in fiore per circa 30 giorni. Migliore è la luminosità, più belli saranno i fiori.

Quando stanno già morendo, mantieni una potatura pulita, rimuovendo i fiori e le foglie secche. Ciò aiuterà a rinvigorire la pianta per la prossima fioritura. Se tagli gli steli, ricorda di applicare un po ‘di polvere di cannella sulla punta per proteggere dai parassiti.

Credito d’immagine: Wikimedia Commons

Vedi anche: Conoscere le caratteristiche delle piante acquatiche