Tuo figlio ha il controllo della casa? È sempre sulla difensiva, è aggressivo, è ansioso e non lo rendi mai felice con niente? Forse ho la sindrome dell’Imperatore.


Condividi con i tuoi amici!

Tuo figlio ha il controllo della casa? È sempre sulla difensiva, è aggressivo, è ansioso e non lo rendi mai felice con niente? forse ha il Sindrome dell’Imperatore.

Questa condizione risponde al comportamento manifestato dai bambini in età scolare e adolescenti; che si distingue per avere un atteggiamento marcatamente ostile con genitori o parenti stretti, continuamente.

Il più allarmante e pericoloso di questa situazione è che, se non vengono prese misure correttive, possono insorgere scenari in cui si manifestano episodi di violenza psicologica; e persino la violenza fisica.

Questa sindrome è caratterizzata dal fatto che il bambino assume un atteggiamento di aperta sfida alla figura di autorità in casa, con l’intenzione di non seguire le regole stabilite e di cercare di imporre le proprie.

Questo tipo di comportamento è difficile da controllare da parte dei genitori, che generalmente cedono alla pressione, o per evitare gravi conflitti di fronte alla situazione; o per semplice incomprensione vergogna.

Quali sono le caratteristiche della sindrome dell’Imperatore?

In generale, il comportamento di questi giovani è inquadrato nelle seguenti linee di condotta:

  • La sua aggressività è un riflesso della sua piccola tolleranza per la frustrazione.
  • Hanno poca o nessuna empatia per gli altri, manifestando un atteggiamento egocentrico in cui la loro volontà è valida e scappano con essa.
  • Non misurano le conseguenze delle loro azioni.
  • Non si assumono alcuna responsabilità per i loro eccessi.
  • Accusano gli altri delle loro frustrazioni e battute d’arresto.
  • In pochissime occasioni, riflettono il rimpianto, se non del tutto.
  • Sono assenti senza l’autorizzazione della scuola e mettono in discussione l’autorità dell’insegnante.
  • In casi estremi, iniziano a sperimentare problemi di droga e persino a subire reati minori.

Quanto spesso sono questi casi?

A causa della natura di questi casi, mantenere una statistica affidabile è molto difficile, perché alcuni genitori sono riluttanti a riferire; o almeno chiedi aiuto qualificato, per paura, vergogna o semplicemente perché non ne hai idea.

Tuttavia, è noto che i casi più frequenti si verificano in famiglie in cui è presente un solo genitore; le madri sono più esposte alla violenza generata da questa situazione.

Quali sono le cause di questo tipo di comportamento?

Esistono diversi fattori che combinano i giovani per iniziare a mostrare i sintomi della sindrome del tiranno infantile.

Questi sono i più frequenti:

  • Bassa presenza di autorità o totale mancanza di essa a casa.
  • Autorizzazione eccessiva e ingiustificata.
  • Assenza frequente o continua da parte di entrambi o di uno dei genitori.
  • Mancanza di instillare valori morali o rafforzarli.
  • iperprotezione
  • Di solito si verifica più spesso nelle famiglie disfunzionali.

Perché è così difficile ottenere un cambiamento nell’atteggiamento?

Spesso i genitori cercano di apportare le correzioni necessarie quando il cattivo atteggiamento del giovane è già radicato nella sua personalità.

Questo, per ovvi motivi, complica ulteriormente il possibilità di invertire il comportamento ostile

I vestiti caldi, come le punizioni o le chiamate di attenzione verbale, sono le risorse tipiche che i genitori usano spesso per correggere il comportamento del loro bambino; Con risultati totalmente infruttuosi.

Questo perché, in questi casi, l’autorità del genitore è già stata superata e il giovane non può o non vuole soddisfare ragioni giustificate; far prevalere il tuo punto di vista.

Come viene trattata la sindrome dell’Imperatore?

Il modo migliore per trovare un rimedio a questa situazione è ammetterlo innanzitutto a casa c’è un problema serio questo sta distorcendo la vita familiare; e che è necessaria una soluzione immediata.

Come è già evidente che è sfuggito alle mani dei genitori per produrre qualche motivazione per il cambiamento nel bambino, il aiuto terapeutico da un professionista è il più adatto a fare appello; senza rifiutare altre risorse, come l’appello quotidiano al buon senso e all’accordo.

Bisogna insistere allo stesso modo, sensibilizzare alla convivenza sana e alla necessità di sradicare i comportamenti violenti.

Allo stesso modo, dovrebbe essere incoraggiata la tolleranza zero per il comportamento ostile.

In sintesi, la cosa più importante è affrontare il problema nelle tue basi (sin dalle prime manifestazioni di questa sindrome) prima che diventi incontrollabile.

Condividi con i tuoi amici!



Tuo figlio ha il controllo della casa? È sempre difensivo, aggressivo, ansioso e non lo soddisfi mai? Forse ho la sindrome dell'Imperatore.


Condividi con i tuoi amici!

Tuo figlio ha il controllo della casa? È sempre difensivo, aggressivo, ansioso e mai soddisfatto di nulla? Potresti avere Sindrome dell'Imperatore. .

Questa condizione risponde al comportamento manifestato da bambini e adolescenti in età scolare ; che si distingue per avere un atteggiamento marcatamente ostile nei confronti di genitori o parenti stretti continuamente collegati.

L'aspetto allarmante e pericoloso di questa situazione è che se non vengono prese misure correttive, si possono sviluppare scenari in cui si manifestano episodi di violenza psicologica; e persino la violenza fisica.

Questa sindrome è caratterizzata dal fatto che il bambino assume un atteggiamento di sincera sfida nei confronti dell'autorità della famiglia, con l'intenzione di non seguire le regole stabilite e di cercare di imporre le proprie. [19659005] Questo tipo di comportamento è difficile da controllare da parte dei genitori, che spesso cedono alla pressione, per evitare gravi conflitti di fronte alla situazione; o per vergogna, frainteso.

Quali sono le caratteristiche della sindrome dell'imperatore?

In generale, il comportamento di questi giovani è inquadrato nelle seguenti linee di condotta:

  • La loro aggressività è un riflesso della loro scarsa tolleranza alla frustrazione.
  • Hanno poca o nessuna empatia per gli altri, manifestando un atteggiamento egocentrico in cui la loro volontà è valida e scappano con essa.
  • Non misurano le conseguenze delle loro azioni. [19659010] Non sono responsabili dei loro eccessi.
  • Accusano gli altri delle loro frustrazioni e battute d'arresto.
  • In alcune occasioni, riflettono il rimpianto se lo sentono.
  • Sono assenti senza il permesso della scuola e della domanda. l'autorità dell'insegnante.
  • In casi estremi, iniziano ad avere problemi di droga e persino a subire reati minori.

Quanto spesso sono questi casi?

La ​​natura di questi casi, mantenere statistiche affidabili diventa molto difficile, perché alcuni genitori sono riluttanti a riferire; o almeno chiedere aiuto qualificato per paura, vergogna o semplicemente non esserne consapevole.

Tuttavia, è noto che i casi più frequenti si verificano in famiglie in cui è presente un solo genitore; essere le madri più esposte alla violenza generata da questa situazione.

Quali sono le cause di questo tipo di comportamento?

Esistono numerosi fattori che si combinano per far sì che i giovani inizino a mostrare i sintomi della sindrome del bambino tiranno.

Questi sono i più comuni:

  • Bassa presenza di autorità o totale mancanza di essa a casa.
  • Autorizzazione eccessiva e ingiustificata. [19659010] Assenza frequente o continua di uno o entrambi i genitori.
  • Mancanza di inculcazione di valori morali o loro rafforzamento.
  • Protezione eccessiva.
  • Di solito è più frequente nelle famiglie disfunzionali.

Perché è così difficile ottenere un cambiamento di atteggiamento?

I genitori spesso cercano di apportare le correzioni necessarie quando il cattivo atteggiamento del giovane è già radicato nella sua personalità.

zone ovvie complica ulteriormente la possibilità di invertire il comportamento ostile .

I vestiti caldi, come le punizioni o le chiamate di attenzione verbale, sono caratteristiche tipiche che i genitori usano spesso per correggere il problema. comportamento infantile; con risultati totalmente infruttuosi.

Questo perché in questi casi l'autorità parentale è già stata superata e il giovane non può o non desidera occuparsi di giustificati motivi; far prevalere il tuo punto di vista.

Come viene trattata la sindrome dell'imperatore?

Il modo migliore per trovare un palliativo per questa situazione è ammettere innanzitutto a casa che c'è un problema serio che sta distorcendo la vita familiare; e che deve essere fornita una soluzione immediata.

Come è evidente che è sfuggito alle mani dei genitori per produrre qualche motivazione per il cambiamento nel bambino, è l'aiuto terapeutico di un professionista che è il professionista . più adatto a fare appello; senza diminuire altre caratteristiche, come la richiesta quotidiana di saggezza e accordo.

Allo stesso modo, dovrebbe essere enfatizzato nel generare consapevolezza di una vita sana e la necessità di sradicare comportamenti violenti.

Allo stesso modo, dovrebbe essere incoraggiata la tolleranza zero per i comportamenti ostili.

In sintesi, la cosa più importante è affrontare il problema alla base (sin dalle prime manifestazioni di questa sindrome) prima che diventi ingestibile.

Condividi con i tuoi amici!