Ha sorpreso che la macchina si sia fermata alla luce verde e abbia salvato una vita


A volte sembra che Dio sia distratto, ma tali fatti riempiono di nuovo il cuore di speranza. Ed è certamente così che si sente questa moglie, facendo una dichiarazione commovente dopo che suo marito è stato salvato da uno sconosciuto. Comprendi cosa è successo.

Vedi anche: donna è andata per 5 anni senza camminare dopo il bariatrico

Preghiera e gratitudine

 L'auto si è fermata al semaforo verde
Credit: Lansing State Journal

Prima Per conoscere la parte in cui Kobie Johnson quasi muore, capire come il potere della preghiera potrebbe unire ancora di più una comunità. Come vedrai presto, Kobie era tra la vita e la morte, in coma per un po '. Ma un gesto fece la differenza nella sua guarigione e dopo di lei.

Era solo in macchina durante l'episodio e sua moglie era a scuola, come ogni giorno. Racconta con eccitazione ciò che è accaduto e il bellissimo gesto di uno degli ufficiali che è venuto a salvare suo marito.

Ha ricevuto una chiamata dall'ospedale per vederlo ricoverato in ospedale. Una volta lì, uno degli agenti di polizia che arrivarono prima dell'ambulanza le chiese se fosse la moglie di Kobi. Nel video scherza dicendo che era preoccupata se avesse fatto qualcosa, cosa stava succedendo. Ma in realtà, ricevette un abbraccio nel suo cuore quando sentì ciò che il poliziotto aveva da dire.

Andò da lei e disse che dopo che Kobi fu portato in ospedale, andò a casa loro, si inginocchiò e pregò per lei. la tua vita. Diane fu commossa e con gli occhi pieni di lacrime quando parlò di questo atto di compassione. A proposito, questa è una sensazione che gira intorno all'intera storia, che sembra aver ricevuto un piccolo aiuto dall'alto.

L'auto si fermò al semaforo verde

Il caso accadde su un'affollata Michigan Avenue negli Stati Uniti. Era un'ora di punta e c'erano circa 15 macchine in fila. Molti suonarono il clacson e fu possibile vedere dalle finestre l'insoddisfazione e persino la rivolta dei conducenti. Anche Aurelio Todd aveva fretta, poiché doveva finire di consegnare le sue giornate. E non era niente, erano medicinali manipolati, acquistati da persone che ne avevano bisogno il più presto possibile.

Ma a differenza degli altri, non disperava. Scese dall'auto e si diresse verso la prima fila, che sembrava aver ignorato tre luci verdi davanti a lui. Quando arrivò, vide che c'era quasi un uomo svenuto, con la testa sul volante. Chiamò rapidamente la polizia e parlò e cercò di calmare l'autista.

Arrivò la polizia ed era quasi senza polso e molto freddo: il suo cuore stava cedendo . Uno degli ufficiali ha quindi eseguito il massaggio cardiaco, ottenendo un leggero miglioramento del polso. L'ambulanza arrivò presto e lo portò in ospedale, dove rimase in coma fino a quando non si riprese e incontrò i suoi eroi: i pompieri, l'autista che chiamò la polizia, i dottori e soprattutto la polizia, sia per la prima chiamata che per il gesto di compassione. , pregando per la famiglia.

La ​​più bella di tutta questa storia è stata l'unione che è stata creata attorno a un caso che potrebbe essere disastroso. Diana ha perfettamente ragione di essere elettrizzata, poiché oltre a riportare il marito a casa, di nuovo vivo e in salute, la sua famiglia ha guadagnato un nuovo grande amico. E ovviamente un motivo in più per ringraziare Dio ogni giorno.