I bambini devono essere felici, non essere i migliori. Questi sono i motivi


Condividi con i tuoi amici!

Viviamo in una società altamente competitiva in cui sembra che nulla sia abbastanza e abbiamo la sensazione che se non riceviamo le batterie, saremo rapidamente lasciati indietro, spazzati via da nuovi sviluppi.

Pertanto, non sorprende che negli ultimi decenni molti genitori abbiano assunto un modello educativo basato sull’iperpaternità.

Sono genitori che vogliono che i loro figli siano preparati per la vita, ma non nel senso più ampio del termine, ma nel senso più stretto: vogliono che i loro figli abbiano le conoscenze e le competenze necessarie per diventare una buona professione, ottenere un buon lavoro. lavorare e guadagnare abbastanza.

Questi genitori hanno fissato un obiettivo: vogliono che i loro figli siano i migliori. Per raggiungere questo obiettivo, non esitano a indicarli a diverse attività extracurricolari, far posto a limiti non plausibili e, naturalmente, portarli al successo a tutti i costi. Peggio ancora, pensano di farlo “per il loro bene”.

Il problema principale con questo modello educativo è che aggiunge una pressione inutile ai più piccoli, una pressione che finisce per portare via l’infanzia e creare adulti emotivamente colpiti.

I pericoli di condurre i bambini al successo

Sotto pressione, la maggior parte dei bambini è obbediente e può raggiungere i risultati che i genitori gli chiedono, ma a lungo termine ciò limita solo il loro pensiero autonomo e le capacità che possono portare a un vero successo.

Se non gli diamo spazio e libertà per trovare la propria strada, perché lo riempiamo di aspettative, il bambino non sarà in grado di prendere le proprie decisioni, sperimentare e sviluppare la sua identità.

Pertanto, fingere che i bambini siano i migliori comporta gravi pericoli:

– Genera una pressione inutile che ti porta via la tua infanzia. L’infanzia è un periodo di apprendimento, ma anche di gioia e divertimento. I bambini devono imparare in modo divertente, devono sbagliare, perdere tempo, lasciare che la loro immaginazione si scateni e trascorrere del tempo con altri bambini.

Aspettarsi che i bambini siano “i migliori” in un determinato campo, ponendo aspettative molto alte su di loro, farà piegare le fragili ginocchia solo sotto il peso della pressione di cui non hanno bisogno. Questo modo di educare finisce per portare via l’infanzia.

– Provoca perdita di motivazione e piacere intrinseco. Quando i genitori si concentrano più sui risultati che sullo sforzo, il bambino perde la motivazione intrinseca perché capisce che il risultato conta più del percorso che hanno seguito.

Pertanto, le probabilità che tu commetta una frode a scuola aumentano, ad esempio, poiché ciò che impari non è così importante come il voto ottenuto. Allo stesso modo, quando ti concentri sui risultati, perdi interesse nel viaggio e smetti di godertelo.

– Pianta il seme della paura del fallimento. La paura del fallimento è uno dei sentimenti più limitanti che possiamo provare. E quella sensazione è strettamente legata alla nostra concezione del successo.

Pertanto, prendere i bambini dall’inizio al successo di solito serve solo a piantare il seme della paura del fallimento in loro. Di conseguenza, è probabile che questi piccoli non diventino adulti e imprenditori indipendenti, come vogliono i loro genitori, ma saranno persone che scommettono sull’assicurazione e accettano la mediocrità solo perché hanno paura di fallire.

– genera perdita di autostima. Molte delle persone di maggior successo, dal punto di vista professionale, non sono sicure di se stesse. In effetti, molte top model, per esempio, hanno confessato di essere brutte o grasse, quando in realtà sono icone di bellezza.

Questo perché il livello di perfezionismo a cui sono sempre stati sottoposti li fa credere che non sarà mai abbastanza e che il minimo errore è sufficiente per gli altri di disprezzarli.

I bambini che crescono con questa idea diventano adulti insicuri, con scarsa autostima, che credono di non essere abbastanza bravi da essere amati. Di conseguenza, stanno sempre aspettando l’opinione degli altri.

Cosa dovrebbe davvero sapere un bambino?

I bambini non devono essere i migliori, devono solo essere felici. Quindi, devi solo assicurarti che tuo figlio sappia:

– Che è amato, incondizionatamente e continuamente, indipendentemente dagli errori che commette.

– Che è al sicuro, che lo proteggerai e lo sosterrai ogni volta che potrai.

– Cosa puoi ingannare, perdere tempo a fantasticare e giocare con i tuoi amici.

– Che puoi scegliere quello che ti piace di più e dedicarti a quella passione, qualunque cosa accada. Che possa trascorrere il suo tempo libero facendo collane di fiori o dipingendo gatti a sei zampe, se è quello che vuole, invece di praticare fonetica o calcolo.

– Che è una persona speciale e meravigliosa, come molte altre persone al mondo.

– Che merita rispetto e che deve rispettare i diritti degli altri.

È anche essenziale che i genitori sappiano:

– Che ogni bambino impari al proprio ritmo e che lo stimolo che sviluppa non debba essere confuso con la pressione che lo sovraccarica.

– Che il fattore che influenza maggiormente il rendimento scolastico dei bambini è che i genitori leggono i loro figli, che ogni notte trascorrono del tempo a coltivare questa passione per la lettura insieme, scuole economiche o giocattoli iper-tecnologici.

– Che il bambino con i voti migliori non sia quasi mai il bambino più felice, perché la felicità non si misura in questi termini.

– Che i bambini non hanno bisogno di più giocattoli, ma di una vita più semplice e spensierata, oltre a più tempo con i genitori.

– Che i bambini meritino la libertà di esplorare tutto e decidere da soli ciò che vogliono e renderli felici.

Condividi con i tuoi amici!

Avere amici a cui piace ballare è la chiave per essere felici


Ballare è un’attività che ti rende felice, anche se spesso non te ne accorgi nemmeno. Ballare aiuta a disconnettersi, ridurre lo stress e bruciare calorie, poiché è uno sport in sé. Quindi, tutti sono vantaggi. Se lo aggiungi ai tuoi amici, è meglio che meglio. Tanto che, secondo la scienza, avere amici a cui piace ballare è la chiave per essere felici.

Avere amici a cui piace ballare è la chiave per essere felici, dice la scienza

Alcuni studi hanno già sottolineato che la tua vita sarà più felice se il tuo partner sa ballare. Ma non solo il fatto che il tuo compagno di vita sia bravo a muovere lo scheletro è benefico per la tua felicità. Avere amici a cui piace ballare è la chiave per essere felici, secondo la scienza.

Ballare ti dà vitalità, sicurezza e ti fa godere piccoli momenti. Forse se non hai molta conoscenza, all’inizio ti costerà. Ma mentre pratichi, scoprirai di lasciarti andare sempre di più, e vedere i tuoi progressi ti farà divertire ancora di più e la tua sicurezza aumenterà.

Quando la scienza si basa sul circondarti di amici a cui piace ballare, ti senti più felice; sono basati su quando balli, te ne rendi conto Viene creato un legame speciale tra di voi che rende i vostri cuori ancora più uniti. Quindi, la loro amicizia diventa più forte, più vicina e quasi indistruttibile. Ed è che quando le persone ballano, viene prodotta una sostanza chimica che è ineffabile e che si ottiene solo attraverso il movimento.

Ballare è un modo di esprimersi

Credito immagine: Freepik

Alcune persone trovano difficile esprimersi a parole. Tuttavia, quando arriva il momento di andare avanti in pista, sono i suoi re o regine. Il motivo è questo ballare se stesso è un modo di esprimersi. Tanto che può succedere che in un gruppo di amici ci sia una rissa, ma quando iniziano a ballare e allentano la tensione attraverso il movimento al ritmo della musica, i cattivi rulli si dissipano.

D’altro canto, Ballare incoraggia anche le persone a diventare più empatiche con gli altri, ricettivi e ricettivi. Quindi quando sei in giro con persone a cui piace ballare, è come avere una garanzia garantita da qualcuno che sa ascoltarti e che ti capisce.

Se ti piace ballare anche come amico, vedrai che la comunicazione tra di te migliora. Il motivo è che il movimento ti costringe a prestarti attenzione l’un l’altro e a comunicare di più, non verbalmente e verbalmente.

Per concludere, si potrebbe dire che la danza è la relazione più sincera che esiste tra le persone.

Non perdere il seguente video per saperne di più sui benefici per la salute della danza.



Le persone sono più felici quando parlano con estranei nei trasporti


Il portale Scientific American ha condiviso i risultati di ricerche molto interessanti: sembra che le persone siano più felici quando parlano con estranei sui trasporti pubblici.

I ricercatori hanno chiesto a un gruppo di volontari di parlare con estranei su un treno, di non sedersi con qualcuno accanto a loro e di non dire nulla o di agire normalmente, quindi di rispondere a una serie di domande sulle loro emozioni.

I risultati hanno mostrato che coloro che hanno parlato con estranei hanno avuto momenti più piacevoli, rispetto a quelli che sono rimasti soli e tranquilli.

Credito d’immagine: Dicasonline

Coloro che hanno recitato normalmente hanno affermato che una conversazione è stata in grado di migliorare la loro giornata.

Lo studio ha anche riferito che le persone generalmente non parlano con estranei perché pensano che nessuno sia disposto a parlare.

Sei d’accordo con questa indagine? Lascia la tua opinione nei commenti e condividi la storia!