Attività di Sedona per famiglie – The Fitnessista


Condividendo alcuni dei nostri posti preferiti a Sedona, oltre ad alcune belle escursioni da fare con i bambini.

Ciao amici! Come sta andando la settimana finora? Mi è piaciuto leggere i tuoi commenti sul post di discussione di ieri e i tuoi commenti sulla vendita dell’anniversario! Per il post di oggi, volevo condividere alcuni dettagli delle nostre avventure a Sedona. Volevamo andare da qualche parte vicino a casa con l’opportunità di stare all’aria aperta (fa un caldo torrido a Tucson!) E goderci un po ‘di tempo insieme prima di tornare alla cosa dell’apprendimento a distanza.

Sedona è stata una scelta facile perché è uno dei nostri posti preferiti. L’ultima volta che abbiamo preso le ragazze, P era una bambina! Non lo ricordava, ma Liv ricordava vividamente il fantastico hotel e le splendide montagne rosse. Sapevamo che sarebbe stato il posto perfetto per una breve vacanza. Per il post di oggi, ho pensato di condividere un piccolo riepilogo, insieme ad alcuni dei nostri posti preferiti per famiglie a Sedona.

Dove alloggiare a Sedona

Siamo stati a Sedona alcune volte e andiamo sempre all’Auberge de Sedona. Probabilmente dovremmo dare un’occhiata ad alcuni degli altri splendidi hotel (e adorabili Airbnb) nella zona, ma adoriamo L’Auberge so.dang.much. È circondato da alberi rigogliosi e la proprietà costeggia il torrente. Hanno anche un’area relax con diversi tipi di sedie dove puoi sederti e guardare l’acqua, e al mattino puoi dare da mangiare alle anatre. Il centro benessere è fantastico, il cibo è incredibile e hanno una vasca idromassaggio e una piscina (<- importante con i bambini). Consiglio vivamente di soggiornare in un cottage se andate! Puoi controllare i miei riassunti dei cottage qui e qui.

I cottage erano al completo quando ho prenotato il nostro viaggio dell’ultimo minuto, quindi era la prima volta che soggiornavamo nel lodge. Abbiamo preso una junior suite con un divano letto per le ragazze ed è stato perfetto.

Foto dalla stanza:

Foto dalla nostra cena epica di una sera:

e la colazione del servizio in camera, che io e il pilota abbiamo mangiato nel patio. (Le ragazze hanno mangiato i loro waffle giganti all’interno mentre guardavano uno spettacolo al mattino.)

Buone escursioni a Sedona per bambini

Mentre eravamo a Sedona, abbiamo imparato qualcosa di nuovo sulle ragazze: adorano fare escursioni !! Quando ho suggerito una passeggiata nella natura dopo aver fatto il check-in in hotel, hanno indossato scarpe da ginnastica e cappelli così rapidamente. Erano pronti per partire!

Per un paio di sentieri non avevamo il servizio cellulare, quindi consiglio di scaricare le mappe in anticipo. (Il pilota aveva tutto mappato sul suo telefono, quindi non ci siamo persi.) Abbiamo portato molta acqua, un paio di snack, un po ‘di crema solare e spray per insetti per ogni escursione e abbiamo semplicemente trasportato tutto in una borsa termica come questa.

Sette piscine sacre

La prima escursione che abbiamo fatto è stata Seven Sacred Pools, consigliata da un amico. Potrei dire che le ragazze erano un po ‘preoccupate quando hanno dovuto arrampicarsi sul loro primo pezzo di roccia, ma dopo quello, erano INTO IT. Penso che abbiano davvero apprezzato la libertà di esplorare, trovare rocce e bastoni e la soddisfazione di realizzare qualcosa di impegnativo. Questa escursione è stata di circa 90 minuti andata e ritorno, con un ritmo lento. Questa escursione non è super ombreggiata ma è un’escursione facile per i bambini. Amavano vedere Devil’s Kitchen, che è una voragine gigante.

Escursione alla grotta del parto attraverso il Long Canyon Trail

È divertente perché le ragazze erano un po ‘annoiate per la prima parte di questa escursione. È piuttosto pianeggiante e mentre sei circondato da uno scenario meraviglioso, non coinvolge tante colline o piccole salite … fino ad arrivare alla fine. Quando abbiamo raggiunto la parte del sentiero fino a Birthing Cave, è diventato piuttosto ripido. Erano in ginocchio per un po ‘, schivando cactus, e non volevano fermarsi finché non avessimo raggiunto la cima. La vista era folle.

Abbiamo incontrato una coppia che era nella grotta e abbiamo chiacchierato un po ‘con loro. Hanno scattato questa foto di famiglia per noi e Air l’ha rilasciata sul mio telefono!

Nota: le indicazioni stradali online erano un po ‘complicate per questo, quindi consiglio di leggere la sezione dei commenti su Tutti i percorsi per navigare. Al primo bivio si svolta a sinistra. Al punto di decisione circa mezzo miglio dopo, vai SOPRA un tronco gigante (sembra che stia bloccando questo percorso ma a quanto pare è un segnale che è quello giusto). Andrai dritto per un po ‘e alla fine sul lato destro vedrai un piccolo sentiero che sale alla grotta. È davvero utile che tutto questo sia mappato in anticipo sul tuo telefono!

West Fork Trail

Questa è un’escursione bella, ombreggiata e lussureggiante. Abbiamo fatto un’escursione solo per questo breve – avevamo i cani con noi per questo ed erano super stanchi – ma non vedo l’ora di tornare. Attraversi più corsi d’acqua ed è un’escursione facile e pianeggiante. Attenzione: questo è piuttosto affollato, quindi arrivo presto. L’intero percorso è lungo 7,2 miglia.

Attività all’aperto

Slide Rock

Voi ragazzi. Slide Rock è stato un vero spasso. Ho pubblicato un sacco di video su storie di IG, ma in sostanza è un torrente con acquascivoli naturali costruiti nelle rocce. Le rocce sono ricoperte di alghe, quindi sono lisce per scivolare. Ci sono più punti per scivolare giù per rocce, nuotare o saltare da scogliere. (Liv e io siamo saltati entrambi da una delle scogliere insieme!)

L’acqua era gelata ma non importava perché non eravamo immersi o nuotavamo per tutto il tempo. Scivolavamo un po ‘, andavamo in un nuovo punto (e ci asciugavamo nel processo) e scivolavamo ancora un po’. Questa è probabilmente la mia scelta n. 1 per i bambini. Ci siamo stati per 3 ore e avremmo potuto rimanere più a lungo.

Alcuni consigli di Slide Rock: portate scarpe da acqua o da trekking impermeabili perché le rocce sono scivolose. Abbiamo anche portato asciugamani e un frigorifero con acqua, crema solare e snack. Hanno un piccolo mercato (puoi comprare acqua, snack o scarpe da acqua se te le dimentichi) ma è più vicino all’ingresso rispetto al parco stesso. Molte persone hanno portato i pop-up, ma abbiamo scoperto che era abbastanza facile trovare punti ombreggiati per le nostre cose. Sono circa $ 20 per entrare e di solito c’è una fila perché una volta raggiunto il limite di capacità, c’è un’auto dentro e una fuori. Arrivo presto !! Siamo stati un po ‘più tardi la mattina ma per fortuna la fila è andata veloce. Torneremo assolutamente indietro!

Tour in jeep rosa

Abbiamo sentito cose incredibili sui Pink Jeep Tours ma non li abbiamo provati in questo viaggio. Puoi rivedere le varie opzioni online e scegliere diversi terreni e livelli a seconda dell’età dei bambini.

Acquisti a Tlaquepaque

Tlaquepaque è un villaggio artistico e commerciale, fiancheggiato da negozi specializzati e ristoranti. Era molto silenzioso mentre eravamo lì e le ragazze sono riuscite a raggiungere l’amato negozio di giocattoli. È molto divertente passeggiare e curiosare nei negozi, soprattutto perché è ben ombreggiato. Puoi acquistare vino locale, arte, gioielli o mangiare un boccone.

Gelato e buon cibo sulla 89A, proprio fuori L’Auberge. Questa è una zona turistica, ma è fiancheggiata da piccoli negozi e dolci, come il Sedona fudge e il Black Cow Cafe. Una sera abbiamo preso un gelato e io ho mangiato un enorme amaretto al cioccolato.

Tutto sommato, è stata una piccola vacanza incantevole. Il cambio di scenario era così necessario e mi sono davvero divertito a fare escursioni con la famiglia. Sono entusiasta che il tempo si raffreddi un po ‘e che i nostri sentieri locali preferiti si aprano, così possiamo fare di più in autunno. Questo viaggio è stato un bel piccolo impulso per tutti noi.

Di recente hai fatto soggiorni o piccoli viaggi? Qual è un posto che ami facilmente raggiungibile da dove ti trovi?

xo

Gina

Dopo essere stato respinto da 10 famiglie, un bambino con l’HIV viene adottato da una coppia gay


È comune pensare che quando vuoi adottare un bambino, è perché hai un cuore grande e libero dai pregiudizi. Ma, sfortunatamente, non tutti sono così. Molte persone vogliono adottare, ma impongono una serie di restrizioni sulle caratteristiche del bambino desiderato, che gli fa perdere l’opportunità di vivere esperienze di vita uniche e meravigliose.

Nel caso della piccola Olivia, che ha contratto il virus dell’HIV da sua madre durante la gravidanza, la vita è iniziata con alcune frustrazioni. Non appena è nata, è stata abbandonata in un orfanotrofio. Più tardi, mentre era in linea di adozione, 10 famiglie la respinsero per puro pregiudizio a causa della sua malattia, che poteva essere controllata senza rischi.

Credito d’immagine: Dicasonline

Tuttavia, il destino ha avuto una grande sorpresa per la piccola Olivia, che ha risposto alla sua lunga attesa per la famiglia ideale. Quando aveva 1 mese, incontrò i suoi nuovi genitori, Damian Pighin e Ariel Vijarra, una coppia gay argentina. Si stavano preparando da anni per adottare i bambini.

    rifiutato da 10 famiglie, un bambino con l'HIV è adottato da una coppia gay
Credito d’immagine: Dicasonline

Quando si incontrarono per la prima volta, il loro amore fu a prima vista. La ragazza ha avuto un comportamento molto sereno e non ha nemmeno pianto quando è stata allevata per darle da mangiare. È stato un momento molto speciale e non hanno esitato ad avviare il processo di adozione legale.

Credito d’immagine: Dicasonline

A differenza del solito, il processo è stato rapido e, aspettando l’arrivo della ragazza, la coppia ha iniziato a preparare la casa per ricevere perfettamente la figlia.

    rifiutato da 10 famiglie, un bambino con l'HIV è adottato da una coppia gay
Credito d’immagine: Dicasonline

Ovviamente Damian e Ariel conoscevano già le condizioni di Olivia e non gliene importava più del necessario. Sono sempre stati molto attenti nel mantenere il trattamento necessario al bambino per controllare il virus e mantenerlo sano.

Credito d’immagine: Dicasonline

Pochi mesi dopo aver dato il benvenuto a Olivia in famiglia, la coppia ha adottato un’altra ragazza della stessa età. Ora Olivia e Victoria sono sorelle, hanno quasi 5 anni e vivono molto felici con i genitori in una casa piena d’amore.

Credito d’immagine: Dicasonline

Grazie all’affetto, al trattamento, all’amore e all’attenzione che ha sempre ricevuto, l’HIV non è più rilevabile nel corpo di Olivia.

Credito d’immagine: Dicasonline

Leggi anche: L’uomo single adotta una ragazza con sindrome di Down respinta da 7 famiglie



Dopo essere stato respinto da 10 famiglie, il bambino con HIV è adottato da una coppia gay


È comune pensare che quando vuoi adottare un bambino è perché il tuo cuore è grande e libero da pregiudizi. Ma sfortunatamente non del tutto. Molte persone vogliono adottare, ma impongono una serie di restrizioni sulle caratteristiche del bambino desiderato, facendo loro perdere l’opportunità di vivere esperienze di vita uniche e meravigliose.

Nel piccolo caso Olivia, che contrasse il virus dell’HIV da sua madre biologica durante la gravidanza, la vita iniziò con alcune frustrazioni. Non appena è nata è stata abbandonata in un orfanotrofio. Quindi, mentre erano in coda all’adozione, 10 famiglie la respinsero per puro pregiudizio, a causa della sua malattia, che poteva essere controllata senza presentare rischi.

Ma il destino ha avuto una piacevole sorpresa per la piccola Olivia, che ha risposto alla sua lunga attesa per la famiglia ideale. Quando aveva 1 mese, incontrò i suoi nuovi genitori, Damian Pighin e Ariel Vijarra, una coppia gay argentina che si stava preparando da anni per adottare figli.

Quando si sono incontrati per la prima volta, è stato amore a prima vista. Il piccolo aveva un comportamento molto sereno e non piangeva nemmeno quando la presero per darle da mangiare. È stato un momento molto speciale e non hanno esitato ad avviare il processo di adozione legale.

A differenza del solito, l’intero processo ha avuto luogo in modo agile e, mentre aspettava, la coppia stava preparando la casa per ricevere la figlia perfetta.

Certo, Damian e Ariel già sapevano delle condizioni di Olivia e non si sono mai preoccupati più del necessario. Sono sempre stati molto attenti a mantenere il trattamento necessario per controllare il virus e mantenerla in salute.

Pochi mesi dopo aver ricevuto Olivia in famiglia, la coppia ha adottato un’altra ragazza, della stessa età. Ora, Olivia e Victoria sono sorelle, quasi 5 anni, e vivono molto felici con i loro genitori in una casa piena di amore.

Grazie all’efficacia del trattamento, all’amore e alle cure che ha sempre ricevuto, l’HIV non è più rilevabile nel corpo di Olivia.

Immagine di credito: Ariel Vijarra Personal Archive

Vedi anche: La donna di colore adotta 3 bambini bianchi e insegna una vita senza pregiudizi



Pedro Scooby raccoglie 1.000 cesti alimentari di base per le famiglie colpite dal coronavirus – Virgula


Una residente della Florida, negli Stati Uniti, ha viaggiato in Colombia per eseguire interventi di chirurgia plastica a un prezzo inferiore, ma le operazioni eseguite male hanno portato alla sua necrosi e alla perdita di uno dei suoi capezzoli.

Crediti: Riproduzione / Notizie WPTV

Gli infermieri hanno cercato di drenare il liquido dal suo corpo nella sua camera d’albergo in Colombia

Crediti: riproduzione / Instagram

I liquidi hanno iniziato a fuoriuscire dall’ombelico

Crediti: riproduzione / Instagram

Lyndsay ha mostrato parte del suo seno necrotico

Crediti: riproduzione / Instagram

Una residente della Florida, negli Stati Uniti, ha viaggiato in Colombia per eseguire interventi di chirurgia plastica a un prezzo inferiore, ma le operazioni eseguite male hanno portato alla sua necrosi e alla perdita di uno dei suoi capezzoli.

Crediti: riproduzione / Instagram

Prima e dopo

Crediti: riproduzione / Instagram

.

Un ristorante a San Paolo offre pasti gratuiti per i bambini malati di cancro e le loro famiglie.


A volte è possibile avere speranza e fede che l'umanità abbia salvezza. A San Paolo, ad esempio, esiste un istituto che sta ripristinando la compassione delle persone. Questo ristorante a San Paolo offre pasti gratuiti per i bambini con cancro e le loro famiglie. Questo è un tentativo di offrire conforto a bambini e famiglie in un momento così difficile che stanno attraversando.

L'origine dell'idea

Manoel Almeida, proprietario del ristorante Sophia Osteria, vede dal suo stabilimento diversi bambini calvi accompagnati dalle loro famiglie. Hanno il cancro ed escono dall'Istituto per il trattamento del cancro infantile, Itaci, un ospedale pubblico appartenente all'Ospedale Clinico della Scuola di Medicina di San Paolo, in Brasile.

Sophia Osteria si trova in Oscar Freire, che appartiene a una zona privilegiata della città. Ma più nobile della regione era l'atteggiamento di Manoel, che iniziò a offrire pasti gratuiti ai bambini con il cancro e alle loro famiglie. Mise un cartello davanti allo stabilimento. L'aderenza, tuttavia, era piuttosto bassa.

Così decise di andare in ospedale per scoprire come aumentare il numero di bambini e familiari. Insieme all'ospedale, è riuscito a creare un piano di ampliamento che ha portato più pazienti e famiglie al ristorante.

Impact

Credito immagine: Tipsonline

Itaci riceve circa 70 bambini al giorno. L'ospedale offre cibo a tutti e un solo compagno. Di tutti i pazienti, circa il 97% ha un potere d'acquisto molto basso.

Una delle pazienti che andarono a Sophia Osteria, Ana Clara, 8 anni, mangiò molto bene, cosa che non poteva fare in ospedale. La madre afferma che l'atteggiamento di Manoel è stimolante e molto importante per tutte le famiglie. Nel suo caso, ha detto di non avere mezzi finanziari per sfamare sua figlia quel giorno.

Alcune famiglie provengono da altri stati, fino al 30% di tutti i pazienti. Poiché il loro potere d'acquisto è basso, raramente possono nutrirsi al di fuori dell'ospedale. Ci sono casi in cui bambini e persino adulti provano alcuni cibi per la prima volta nella loro vita!

I genitori e persino il personale ospedaliero commentano che questo atto è importante per l'autostima dei pazienti e delle loro famiglie. Mangiando insieme ai medici, si sentono uguali, meritano la stessa attenzione e rispetto di questi professionisti.

Storia delle azioni sociali di Manoel

Il proprietario di Sophia Osteria ha una notevole storia di azioni sociali. Da quando ha lavorato in Whirlpool, che possiede Brastemp, ha svolto questo tipo di lavoro. A quel tempo, ho raccolto giocattoli per i bambini bisognosi da un'istituzione Barueri a San Paolo. Afferma di aver imparato ad essere piccolo, umile, un granello di sabbia.

Ed è così che definisce il suo atteggiamento: un granello di sabbia nel deserto. Dice che non ha paura di alcun tipo di pregiudizio. Per lui, tutti dovrebbero beneficiare di questo atteggiamento che, per i bambini e le loro famiglie, può salvare tante vite quante le mani di un medico.