Enfisema polmonare: sapere di cosa si tratta e se esiste una cura


Molte malattie si manifestano solo dopo diversi anni di esposizione ai suoi agenti causali. Ma quando compaiono i sintomi, compromettono lo stile di vita della persona. Una di queste malattie è enfisema.

Che cos’è?

Secondo il dott. Drauzio Varella, l’enfisema polmonare è un’irritazione respiratoria cronica. Questo si evolve lentamente e ciò che accade è che gli alveoli polmonari diventano sacche piene d’aria, il che rende difficile all’aria nei polmoni il contatto con il sangue, poiché il tessuto attraverso il quale passano i vasi sanguigni viene distrutto.

Le cause dell’enfisema vanno dal fumo, dall’eccessiva esposizione alla polvere, dagli inquinanti e dai vapori chimici, e ci sono anche fattori ereditari che possono contribuire allo sviluppo della malattia. Uno di questi fattori, che è relativamente raro, è una carenza congenita di un enzima che protegge i polmoni. In questo caso, la malattia si manifesta più rapidamente, anche in gioventù.

sintomi

È necessario essere ben consapevoli dei sintomi e dei fattori di rischio di questa malattia, poiché è grave e compromette gradualmente la salute.

Difficoltà a respirare

Essendo una malattia polmonare, i principali sintomi sono associati alla respirazione. Il paziente ha il fiato corto, il respiro sibilante è sibilante, inoltre tossisce e soffoca quando si manifesta mancanza di respiro. Man mano che la condizione peggiora, questi sintomi peggiorano.

Cambiamenti nella struttura polmonare

Insieme a questi sintomi, che sono realmente ciò che li provoca, i polmoni riducono la loro capacità di efficienza. Il torace assume una forma cilindrica. Gli alveoli nei polmoni vengono compromessi e perdono la capacità di fornire ossigeno al sangue e assorbire l’anidride carbonica.

Difficoltà nell’esecuzione di attività semplici

Quando la malattia è in fase avanzata, il benessere del paziente viene ulteriormente compromesso. Poiché è carente di ossigeno nel sangue e ha difficoltà a respirare, ha difficoltà a svolgere qualsiasi attività, anche se è molto semplice.

Esiste una cura per l’enfisema polmonare?

No, è una malattia cronica che non ha cura, ma è possibile tenerla sotto controllo, eseguendo i trattamenti appropriati con monitoraggio medico e prendendosi cura quotidianamente per evitare complicazioni.

Trattamenti per enfisema polmonare

Credito d’immagine: Dicasonline

Dopo aver diagnosticato la malattia utilizzando radiografie del torace, analisi dei gas nel sangue e spirometria, il medico valuterà la salute generale del paziente, la storia familiare della malattia e consiglierà il miglior trattamento. Tra le opzioni ci sono

farmaci

Le medicine sono prescritte in base alle esigenze del paziente e al rischio di peggioramento della condizione. Possono essere broncodilatatori che rilassano i muscoli bronchiali e migliorano il flusso d’aria, anche corticosteroidi che alleviano l’infiammazione polmonare, oltre agli antibiotici per prevenire infezioni più gravi e mucolitici per ridurre il muco formato dall’ostruzione dei canali respiratori.

Ossigenoterapia

Man mano che la malattia progredisce, il paziente avvertirà un crescente bisogno di ossigeno. Quindi può essere necessario il trattamento con ossigenoterapia, che è come una sostituzione artificiale dell’ossigeno, poiché i polmoni del paziente non possono eseguire il processo da soli.

Chirurgia polmonare e riabilitazione

In alcuni casi, può anche essere possibile un intervento chirurgico di riduzione del volume polmonare, contribuendo a migliorare i sintomi. Nei casi più gravi, può essere necessario un trapianto di polmone. Dopo il recupero, è interessante fare riabilitazione con esercizi di rafforzamento eseguiti con l’aiuto di un professionista.

Cura nelle attività quotidiane

Credito d’immagine: Dicasonline

Oltre ai trattamenti medici, è importante che il paziente sia consapevole della gravità della malattia per avere le cure necessarie quotidianamente, evitando mancanza di respiro e altri problemi. Queste precauzioni sono le seguenti:

  • Abbandona la dipendenza da tabacco per rallentare l’avanzamento della malattia;
  • Non frequentare ambienti con fumatori e aria fortemente inquinata;
  • Espirare lentamente e costantemente;
  • Fermati e riposa ogni volta che ti manca il respiro;
  • Inalare ossigeno supplementare quando necessario;
  • Pianificare la routine per eseguire le attività in modo efficiente e con il minimo sforzo possibile;
  • Dare priorità alle attività, evitando inutili affaticamenti;
  • Stabilire momenti di riposo durante il giorno;
  • Mantenere il peso appropriato per la propria struttura;
  • Mangia cibi a basso contenuto di grassi e fibre;
  • Fai attenzione ai movimenti accelerati nei rapporti sessuali.