Emozioni in movimento: esercizio fisico come intervento d'ansia


In palestra, prevediamo di utilizzare l'intera gamma di movimenti del nostro corpo.
Nella vita, abbiamo diritto a una gamma completa di emozioni .
A condizione che siamo in grado di esprimere e gestire le nostre emozioni in modo appropriato, questo è
salutare. Ma per alcune persone, le emozioni possono influenzare la salute, il benessere e
cura di sé, incluso mangiare ed esercitare aderenza e abitudini. Uno di
il più comune tra queste emozioni è l'ansia.

In questo preciso momento, quasi 1 americano su 5 vive con un disturbo d'ansia, secondo l'Ansia e la Depression Association of America. In effetti, i disturbi d'ansia sono il problema di salute mentale più comune negli Stati Uniti, colpendo 40 milioni di adulti negli Stati Uniti (ADAA n.d.). Data questa statistica, ci sono buone probabilità che i professionisti del fitness incontrino clienti, membri della palestra e colleghi che stanno sperimentando gli effetti delle condizioni legate all'ansia.

La compassione e l'educazione sono abilità fondamentali che possono aiutare i professionisti del fitness ad essere più comprensivi e comprensivi in lavorare con queste popolazioni. È importante comprendere come l'esercizio fisico può essere utile per le persone con ansia, ma è altrettanto importante comprendere le barriere e le sfide uniche che accompagnano l'ansia in modo da poter supportare adeguatamente i nostri clienti. La ricerca in questo articolo ha lo scopo di fornire una comprensione di base dell'ansia e dei disturbi legati all'ansia e di come utilizzare tali informazioni, illuminando il ruolo dell'esercizio nel ridurre i sintomi associati all'ansia, alla preoccupazione e allo stress.

Sintomi del disturbo d'ansia generalizzato

Le donne hanno il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di essere affetti da disturbo d'ansia generalizzato (GAD) e GAD si verifica spesso insieme alla depressione (ADAA nd). GAD influenza il modo in cui pensiamo e sentiamo, ma può anche portare a sintomi fisici.

Possibili sintomi di GAD

 Woman with Worried Look
  • un senso di paura o terrore che è in corso e interferisce con il funzionamento quotidiano [19659009] preoccupazione che è esagerata / eccessiva (sproporzionata rispetto all'evento o alla situazione) e che non può essere controllata
  • irrequietezza o nervosismo
  • irritabilità o sensazione al limite
  • mancanza di concentrazione o difficoltà di concentrazione
  • facilmente affaticabile
  • tensione muscolare che può includere anche mal di testa, sudorazione e nausea
  • disturbi del sonno, tra cui difficoltà ad addormentarsi o dormire, irrequietezza o sonno insoddisfacente

Importanti criteri aggiuntivi

  • Ansia eccessiva e preoccupazione per una serie di eventi o le attività devono svolgersi più giorni che non per almeno 6 mesi.
  • Almeno tre dei sintomi elencati devono essere presenti per più giorni rispetto ai 6 mesi precedenti.

Se t questi criteri e sintomi sono presenti in un cliente o nella persona amata,
incoraggiare la persona a parlare con un professionista della salute mentale o altro
professionista sanitario immediatamente.

Ansia quotidiana contro disturbi d'ansia

Conoscere la differenza tra ansia quotidiana e disturbi d'ansia può aiutare i professionisti del fitness a capire cosa stanno vivendo alcuni dei loro clienti. Secondo l'American Psychological Association (2019), l'ansia è "caratterizzata da sentimenti di tensione, pensieri preoccupati e cambiamenti fisici". Le persone con ansia spesso lottano con pensieri, preoccupazioni e preoccupazioni invadenti, indesiderabili, angoscianti e possono sperimentare sintomi fisici che comprendono sudorazione, vertigini, aumento della frequenza cardiaca e tremore.

Ansia
è tra le molte emozioni che sperimentiamo mentre navighiamo nella vita. Potremmo temere un
mossa imminente o essere turbato per un membro della famiglia di fronte a un difficile
situazione. Potremmo essere in ansia per una prossima recensione al lavoro o un
importante esame di certificazione. Ad un certo punto, molti di noi si preoccuperanno della salute
preoccupazioni (le nostre o quelle di una persona cara), sfide dei genitori, carriera
cambiamenti e stress finanziari.

 Man with Hands Over Face

While
ogni tanto ci sentiamo ansiosi, il nostro livello di ansia è relativo al nostro
tolleranza per il disagio e la nostra percezione di quanto crediamo di poter gestire
la situazione a portata di mano. Per alcune persone, tuttavia, l'ansia non si sente
gestibile. Sembra travolgente. Quando preoccupazione, paura e pensieri scomodi
e le emozioni non vanno via, peggiorano nel tempo o interferiscono con il quotidiano
attività, prestazioni lavorative o relazioni, potrebbe essere il segno di un
disturbo d'ansia.

Il Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-5), pubblicato dall'American Psychological Association (2013), classifica l'ansia in diversi tipi di disturbi legati all'ansia. (Il DSM-5 è il manuale diagnostico utilizzato dagli operatori sanitari negli Stati Uniti e in gran parte del mondo per definire i disturbi della salute mentale, elencando sintomi e criteri per standardizzare l'assistenza e la coerenza nella diagnosi.) Uno dei più comuni disturbi legati all'ansia elencato nel DSM-5 è il disturbo d'ansia generalizzato (GAD), che colpisce 6,8 milioni di adulti, ovvero il 3,1% della popolazione americana (ADAA nd). Vedere "Spot the Symintoms of GAD", a sinistra, per ulteriori informazioni.

Disturbi d'ansia: cause e trattamenti

Secondo l'ADAA, disturbi d'ansia
si sviluppa da una serie complessa di fattori di rischio, tra cui genetica, cervello
chimica, personalità ed eventi della vita. Scelte comportamentali e di stile di vita,
gravi condizioni mediche e stress cronico senza sosta possono anche aumentare a
rischio della persona di sviluppare un disturbo d'ansia (ADAA n.d.).

È importante notare che, così come è fuori portata per
professionisti del fitness per diagnosticare un problema medico fisico, non è sicuro o
raccomandato per diagnosticare un disturbo di salute mentale. Tuttavia, essendo a conoscenza del
segni e sintomi possono aiutarci a sapere quando è il momento di consigliare un cliente
chiedere assistenza a un medico o un professionista della salute mentale autorizzato, come a
consigliere, psicologo o psichiatra. Questo può essere di grande aiuto
clienti perché, sebbene questi problemi di salute mentale siano altamente curabili, solo
Il 36,9% delle persone che li hanno sottoposti a trattamento (ADAA n.d.). Riferendosi
clienti esterni, i professionisti del fitness possono essere in grado di aiutarli a cercare cure e,
alla fine, trova sollievo.

 Adulti che praticano yoga

Attualmente,
i trattamenti efficaci per i disturbi d'ansia comprendono il trattamento convenzionale
opzioni, terapie alternative e approcci olistici (vedi “Trattamenti tipici
per ansia ", pagina 31). Tra gli approcci olistici, l'esercizio è stato
suggerito come trattamento supplementare per le persone con elevata sensibilità all'ansia.
Ad esempio, in uno studio condotto da Smits et al. (2008), partecipanti con
livelli elevati di ansia sono stati casualmente inseriti in un intervento di esercizio di 2 settimane
gruppo, un gruppo di intervento di 2 settimane di esercizi più una ristrutturazione cognitiva o a
gruppo di controllo. Entrambi i gruppi di esercizi hanno mostrato una significativa riduzione dell'ansia
rispetto al gruppo di controllo. (È interessante notare che l'aggiunta del cognitivo
componente "non ha facilitato gli effetti dell'intervento di esercizio".) Mentre
ricerca sull'esercizio fisico e sulla salute mentale, compresi ansia e ansia
disturbi – è ancora agli inizi, ciò che segue è una panoramica di
ricerca incoraggiante fino ad oggi.

Ricerca sull'esercizio fisico e sulla salute mentale

Già nel 1988, la ricerca ha
ha dimostrato una correlazione positiva tra attività fisica e mentale
Salute. In dati analizzati da quattro sondaggi che hanno coinvolto oltre 56.000 partecipanti
10 anni, si è concluso che “l'attività fisica è associata positivamente
con buona salute mentale "quando salute mentale è definita come" positiva
umore, benessere generale e sintomi relativamente rari di ansia e
depressione. ”I risultati erano indipendenti dallo stato socioeconomico e coinvolgevano entrambi
uomini e donne più giovani e più grandi (Stephens 1988).

Esercizio
può anche avere benefici preventivi: l'obiettivo di uno studio più recente era quello di
determinare un legame tra attività fisica regolare e disturbi mentali,
compresa l'ansia, tra gli adulti negli Stati Uniti. Attività fisica regolare
è stato riferito che è stato associato con una significativa riduzione del verificarsi di
disturbi d'ansia (Goodwin 2003).

Ricerca sull'esercizio fisico e l'ansia

Una recente revisione di 49 studi ha valutato
esercizio rispetto ad altre opzioni di trattamento come intervento per il trattamento
sintomi di ansia (Wipfli, Rethorst & Landers 2008). In questi randomizzati
studi controllati, i risultati hanno rivelato maggiori riduzioni di ansia tra
esercitare gruppi che in gruppi che ricevono altre forme di riduzione dell'ansia
trattamento. I benefici riportati includevano

  • riduzione dell'ansia nei partecipanti di sesso maschile e femminile di tutte le età e livelli di forma fisica, compresi quelli con disturbi d'ansia;
  • riduzione dell'ansia in coloro che avevano sia livelli più bassi che elevati di ansia; e
  • diminuiva l'ansia dopo l'esercizio, indipendentemente dall'intensità, durata o tipo di esercizio.

Weinberg
& Gould (2018) riportano che gran parte della ricerca sull'esercizio fisico e l'ansia lo è
incentrato sulla riduzione dell'ansia di stato. L'ansia di stato è un riflesso di
comportamento o umore in risposta a una situazione del momento (acuta o di breve durata)
ansia), mentre ansia caratteristica è un riflesso della personalità, a
disposizione che influenza il comportamento (una condizione a lungo termine o cronica).
I risultati qui hanno rivelato una maggiore riduzione dell'ansia nei gruppi di esercizi rispetto a
gruppi che ricevono altre forme di trattamento per ridurre l'ansia.

Alcuni
studi a lungo termine hanno anche riportato effetti positivi. Ad esempio, uno
revisione focalizzata sull'impatto dell'attività fisica nel migliorare i sentimenti di basso
energia e fatica, notando che questi sentimenti sono associati con ansia e
altre condizioni. Lo studio ha mostrato una correlazione positiva tra esercizio fisico e
riduzione dei sintomi; 10-20 settimane di attività fisica hanno dimostrato di migliorare l'energia
e un senso di vitalità e quindi di ridurre i sentimenti associati all'ansia
(O’Connor & Puetz 2005).

 Allenamento della forza degli adulti in palestra

Weinberg
& Gould avvisa che mentre esiste una correlazione positiva tra esercizio
e diminuiti sintomi di ansia, non esiste una causa-effetto diretto
relazione. Piuttosto, l'esercizio sembra migliorare gli stati d'animo, che a loro volta
riduce i sintomi di ansia.

Ströhle
(2009) riporta che, sebbene non conosciamo i meccanismi sottostanti
responsabili degli effetti di mediazione dell'esercizio sull'ansia
è probabile che si tratti di una combinazione di
meccanismi psicologici e neurobiologici. Tuttavia, per l'esercizio a
essere raccomandato in ambito clinico e applicato tra salute e fitness
professionisti, sono necessarie ulteriori ricerche sugli effetti clinici dell'esercizio e
come l'esercizio fisico interagisce con altri approcci terapeutici standard.

Sfide nella programmazione dell'esercizio

Mentre sappiamo che l'esercizio può ridurre
sintomi di ansia, riduzione dello stress e miglioramento degli stati d'animo, la ricerca non lo è
conclusivo, né è abbastanza completo per noi come salute e fitness
professionisti per progettare efficacemente programmi di allenamento per le persone con ansia
disturbi. Finora, “nessun concetto generale per un'applicazione terapeutica di
l'attività fisica è stata sviluppata ", afferma Meyer & Broocks (2000). Ströhle
concorda: “Sebbene l'evidenza di effetti positivi dell'esercizio e dell'esercizio fisico
la formazione sulla depressione e l'ansia sta crescendo, l'uso clinico, almeno come
aggiunto ad approcci terapeutici consolidati come la psicoterapia o
farmacoterapia, è ancora all'inizio. "

Studi
non sono conclusivi in ​​termini di intensità, frequenza, durata e modalità ottimali
di esercizio fisico necessario per mediare i sintomi dell'ansia. E con la vasta gamma di
disturbi d'ansia e le varie implicazioni cliniche di ciascuno, il
la sfida della prescrizione dell'esercizio diventa ancora più pronunciata (Ströhle 2009).
“La ricerca futura richiederà solidi progetti sperimentali e maggiore attenzione
ai dettagli metodologici critici tra cui. . . strumenti ben validati
valutare l'ansia prima e dopo il trattamento ", secondo Stonerock et
al. (2015). [19659002] Quello
detto, conoscere i risultati dello studio esistente può essere utile nella creazione
di programmi di allenamento personalizzati.

Modalità

Uno studio si è concentrato sulle differenze nelle modalità di
esercizio fisico e cambiamenti emotivi pre e post esercizio. Partecipanti a questo
studio impegnato in esercizio aerobico, allenamento a circuito e tai chi. Tutti e tre
tipi di esercizio "hanno prodotto riduzioni significative dell'ansia" e hanno aiutato
migliorare i sentimenti di rabbia, imbarazzo, risentimento e tensione dallo stress. esso
è stato inoltre osservato che ciascuna delle modalità ha prodotto lo stesso effetto positivo
sullo stato emotivo e lo stress ridotto (Frith, Kerr e Wilson 2011). Anche,
in una recensione di Paluska & Schwenk (2000), è stato riferito che regolare
l'attività fisica può svolgere un ruolo fondamentale nell'aiutare ad alleviare l'ansia
sintomi. Entrambe le pubblicazioni hanno riferito che tutte le modalità – aerobica, forza e
allenamento per la flessibilità: sembra essere altrettanto efficace.

Intensità
e durata

Nella recensione precedentemente citata di 49
studi, tutte le durate dell'esercizio hanno ridotto l'ansia, sebbene gli effetti maggiori fossero
notato quando l'esercizio fisico è stato eseguito a intensità moderata per periodi fino a 30
minuti. Secondo quanto riferito, l'ansia di stato è stata ridotta dopo l'esercizio aerobico con
intensità dal 30% al 70% della frequenza cardiaca massima (Wipfli, Rethorst e
Landers 2008).

 Man Exercising with Medicine Ball

Per
attività anaerobiche come sollevamento pesi, ansia di stato sono state ridotte a
intensità dal 30% al 50% della frequenza cardiaca massima. Uno studio diverso esaminato
di conseguenza miglioramenti nell'affetto (cambiamenti positivi nei sentimenti e nelle emozioni)
di allenamento di resistenza. I risultati supportano quella resistenza di intensità moderata
la formazione era responsabile del massimo miglioramento nell'affetto e nel positivo
risposte affettive (Arent et al. 2005). Inoltre, Strickland and Smith (2014)
riportato questo: "Allenamento di resistenza a intensità da bassa a moderata (<70% 1
ripetizione massima) produce le diminuzioni più affidabili e robuste in
ansia “.

Routine
e regolarità

Rendere l'esercizio fisico una parte regolare di quella di una persona
anche lo stile di vita è vitale. Nella revisione di 49 studi, livelli pre-esercizio di
l'ansia di stato è tornata entro 24 ore dall'esercizio fisico e talvolta non appena 4-6
ore dopo. Non sorprende, periodi di allenamento più lunghi condotti per settimane
(rispetto a ore o giorni) hanno dimostrato di avere un impatto maggiore sull'umore positivo
cambiamento e, quindi, portano a una maggiore riduzione dei livelli di ansia.

Lo è
vitale che i clienti si rendano conto che l'esercizio fisico non è una panacea o una soluzione rapida. Un modo di
descrivendolo a loro: l'esercizio fisico è analogo alla cartilagine. La cartilagine offre a
buffer tra le nostre ossa, proprio come l'esercizio fisico può tamponare i sentimenti di preoccupazione e
paura. Tuttavia, come la cartilagine, l'esercizio fisico deve rimanere in atto in modo coerente per
mitigare i sintomi dell'ansia. Mentre non cancellerà magicamente tutta l'ansia,
la ricerca mostra che ammorbidirà gli effetti e offrirà un po 'di sollievo, ma lo farà
hanno benefici duraturi solo se fatti di routine.

Research on Motivation

Uno studio di Gill et al. (2013) lo hanno determinato
l'attività fisica contribuisce positivamente a tutti gli aspetti della qualità della vita,
tra cui benessere fisico, sociale, emotivo, spirituale e cognitivo.
I loro risultati suggeriscono che una migliore qualità della vita potrebbe servire come meglio
motivazione per l'attività fisica rispetto ai tradizionali obiettivi di fitness basati sui risultati.
Inoltre, se ci iscriviamo a obiettivi di fitness basati sui risultati, dovremmo personalizzare
per mantenere significato e valore per ogni individuo. È stato notato che
i partecipanti a questo studio hanno raramente menzionato il significato del tradizionale
misure di fitness – come frequenza, durata e intensità – anche se come fitness
i professionisti spesso si concentrano su queste misure rispetto a quelle emotive e sociali
benefici dell'esercizio. Qui ci sono alcuni altri takeaway legati all'ansia
ricerca:

Refocus
Clienti's Fitness Goals

 Men Running on Treadmill

Segar, Eccles & Richardson (2011)
ci ha suggerito di "rinominare" l'esercizio fisico e di concentrarci sulla qualità della vita quando
motivare le persone a impegnarsi e sostenere l'attività fisica. In questo
Per tutto l'anno, i partecipanti (donne di età compresa tra 40 e 60 anni) hanno inizialmente attribuito lo stesso valore
obiettivi legati all'invecchiamento in buona salute, alla salute attuale e alla qualità della vita, ma
obiettivi di qualità della vita tradotti a livelli più alti di partecipazione all'esercizio.
Lo studio ha suggerito che la prevenzione delle malattie e la longevità potrebbero non avere
impatto immediato che hanno altre priorità quotidiane. Pertanto, dovremmo spostare il nostro
focalizzare “dalla medicina al marketing” e considerare che “i profitti immediati
motivare il comportamento meglio di obiettivi distanti. ”

Partner
with Healthcare Pros

In uno studio sull'attività fisica come a
la strategia di autogestione per chi soffre di ansia, lo scopo era
distinguere tra chi soffre di ansia che ha gestito il proprio disturbo
esercizio fisico e coloro che non lo hanno fatto, nonché cosa ha favorito l'impegno e cosa
lo ha impedito. I risultati hanno rivelato che una raccomandazione di un medico o altro
il personale sanitario ha avuto il maggiore impatto positivo sulla facilitazione
esercizio, rilevando così il ruolo fondamentale degli operatori sanitari in
raccomandare e supportare l'impegno nell'esercizio come supplemento al trattamento
(Pelletier et al. 2017).

Da evitare
Pain and Negativity

 Adulti che esercitano in classe di fitness di gruppo

Come menzionato in precedenza, esercizio di resistenza a
basse intensità sono state trovate per favorire risultati positivi nel diminuire il
sintomi di ansia. Bibeau et al. (2010) hanno anche scoperto che l'esercizio di resistenza
a intensità più elevate può avere l'effetto opposto . Lo studio ha suggerito
che l'obiettivo per la maggior parte delle persone, in particolare per i principianti, è quello di
massimizzare il piacere ed evitare il dolore, quindi per evitare le attività che
generare sentimenti negativi, incluso l'esercizio fisico. Quindi avrebbe senso che, come
professionisti della salute e del fitness, offriamo la programmazione per mitigare il negativo
sentimenti sull'esercizio fisico e promuovere effetti positivi. In poche parole, dobbiamo
assicurarsi che non venga generata ansia dall'allenamento stesso o da qualcosa
collegato ad esso.

Be
Consapevole delle barriere invisibili

È importante riconoscere quell'esercizio
richiede motivazione ed energia, entrambe spesso dirottate dall'ansia.
Uno studio ha osservato che mentre l'attività fisica ha dimostrato di ridurre l'ansia
e altri disturbi, l'attività fisica era stimolante per il 50% di quelli
colpiti (Pelletier et al. 2017). Inoltre, la conoscenza manca ancora sul
il modo migliore per affrontare i sintomi legati alla depressione e all'ansia che prevengono
persone che partecipano e beneficiano dell'esercizio (Ströhle 2009). Come
professionisti della salute e del fitness, è importante capirlo
dilemma e che sappiamo in teoria cosa può fare l'esercizio, ma anche che noi
rispettare nella pratica le sfide che i malati devono affrontare.

Fare ciò che possiamo con ciò che sappiamo

In breve, l'esercizio fisico può integrare altri approcci terapeutici per alleviare i sintomi dell'ansia. L'esercizio fisico è accessibile e accessibile ed è disponibile per tutti. Sebbene non siamo ancora in grado di progettare programmi di esercizio specifici per il trattamento dei disturbi d'ansia, possiamo promuovere l'esercizio come un intervento che tratta la mente tanto quanto il corpo. Possiamo spostare ulteriormente l'attenzione da obiettivi di fitness basati sui risultati, come la perdita di peso e la perdita di grasso (visibile all'esterno), a una migliore qualità della vita. Da qui, possiamo educare i nostri clienti, amici e parenti e possiamo cambiare la narrazione concentrandoci esclusivamente su come l'esercizio fisico ci appare per includere come ci fa sentire . [1965902020] Unità di educazione continua nella convenienza
di casa propria

L'angolo CEU di AFAA è una delle migliori offerte di formazione continua disponibili. Semplicemente leggendo e studiando questo articolo completo e completando il corrispondente quiz online, puoi guadagnare 2 CEU NASM AFAA / 0,2 per una tassa di $ 35. Visita AFAA.com oggi!

Riferimenti [19659074] ADAA
(Ansia e depressione Association of America). n.d. Fatti e statistiche.
Consultato il 25 luglio 2019: adaa.org/about-adaa/press-room/facts-statistics.[19659075[American Psychiatric Association. 2013. Diagnostica
e Manuale statistico dei disturbi mentali: DSM-5 (5a ed.).
Washington, DC: American Psychiatric Association.

American Psychological Association. 2019. Ansia. Accesso 25 luglio
2019: apa.org/topics/anxiety/.[19659075[Arent, S., et al. 2005. Problemi di dose-risposta e meccanicistica nel
allenamento di resistenza e relazione affettiva. rivista
di psicologia dello sport e dell'esercizio fisico, 27 (1), 92–110.

Bibeau, W.S., et al. 2010. Effetti dell'allenamento di resistenza acuta di
diverse intensità e periodi di riposo su ansia e affetto. Il diario di forza e condizionamento
Ricerca, 24 (8), 2184–91.

Frith, J.J., Kerr, J.H., & Wilson, G.V. 2011. Miglioramenti immediati
in emozione e stress a seguito della partecipazione in aerobica, allenamento a circuito e
Tai Chi. Giornale internazionale
di psicologia dello sport, 42 (5), 480–92.

Gill, D.L., et al. 2013. Attività fisica e qualità della vita. Journal of Preventive Medicine &
Public Health, 46 (1, Suppl.), S28–34.

Goodwin, R.D. 2003. Associazione tra attività fisica e mentale
disturbi tra gli adulti negli Stati Uniti. preventivo
Medicina, 36 (6), 698–703.

Meyer, T., & Broocks, A. 2000. Impatto terapeutico dell'esercizio su
malattie psichiatriche: linee guida per test da sforzo e prescrizione medica. Medicina dello sport, 30 (4),
269–79.

NIMH (National Institute of Mental Health). 2018. Disturbi d'ansia.
Consultato il 25 luglio 2019:
nimh.nih.gov/health/topics/anxiety-disorders/index.shtml.[19659075[O’Connor, P.J., & Puetz, T.W. 2005. Attività fisica cronica e
sentimenti di energia e affaticamento. Medicina
& Science in Sports & Exercise, 37 (2), 299–305.

Paluska, S.A., & Schwenk, T.L. 2000. Attività fisica e mentale
salute: concetti attuali. Gli sport
Medicina, 29 (3), 167–80.

Pelletier, L., et al. 2017. Autogestione dell'umore e / o dell'ansia
disturbi attraverso l'attività fisica / esercizio. Salute
Promozione e prevenzione delle malattie croniche in Canada, 37 (5),
149-59.

Segar, M.L., Eccles, J.S. e Richardson, C.R. 2011. Rebranding
esercizio: colmare il divario tra valori e comportamento. Rivista internazionale di comportamento
Nutrizione e attività fisica, 8 (94).

Smits, J.A.J., et al. 2008. Riduzione della sensibilità all'ansia con l'esercizio fisico. Depressione e ansia, 25
(8), 689–99.

Stephens, T. 1988. Attività fisica e salute mentale negli Stati Uniti
Stati e Canada: evidenze da quattro sondaggi sulla popolazione. Medicina preventiva, 17
(1), 35–47.

Stonerock, G.L., et al. 2015. Esercizio come trattamento per l'ansia:
Revisione e analisi sistematiche. Annali
of Behavioral Medicine, 49 (4), 542–56.

Strickland, J.C., & Smith, M.A. 2014. Gli effetti ansiolitici di
esercizio di resistenza. Frontiers in
Psicologia, 5 (753).

Ströhle, A. 2009. Attività fisica, esercizio fisico, depressione e ansia
disturbi. Journal of Neural
Trasmissione (Vienna), 116 (6), 777–84.

Weinberg, R.S. & Gould, D. 2018. Fondazioni
di psicologia dello sport e dell'esercizio (7a ed., pagg. 405–23).
Champaign, IL: Cinetica umana.

Wipfli, B.M., Rethorst, C.D., e Landers, D.M. 2008. L'ansiolitico
effetti dell'esercizio: una meta-analisi di studi randomizzati e dose-risposta
analisi. Journal of Sport e
Psicologia dell'esercizio, 30 (4), 392–419.