Come trapiantare emerocallidi e consigli di coltivazione


Il giglio del giorno ha questo nome perché questa pianta fiorisce solo per un solo giorno, quindi viene sostituita da una nuova. Ma non è un giglio, sembra solo gigli. Il nome scientifico di questa pianta è Hemerocallis, che dal latino significa hemero = “Giorno” e Kallos = “Bellezza”. In altre parole, qualcosa come “la bellezza di un solo giorno”.

L’origine del giglio diurno proviene dall’Europa asiatica, dalla Cina, dal Giappone e dalla Corea. Per la facilità con cui si coltiva questa pianta, ce ne sono più di 60 mila specie, ampiamente utilizzate nel paesaggio urbano e negli spazi privati.

È possibile trovare questa pianta nei colori più vari, compresi quelli colorati. I suoi fiori possono raggiungere fino a 14 centimetri di diametro e l’intera pianta può variare da 30 a 80 centimetri di altezza. Ha ciuffi rustici, il che rende più facile il suo trapianto, che è al centro di questo articolo.

Trapianto di giglio diurno

Prima del trapianto, è importante preparare il nuovo terreno. Questo impianto richiede poca manutenzione e non ha molti requisiti. Anche così, il terreno deve essere arricchito con materia organica o concime animale abbronzato.

Quindi basta rimuovere con attenzione il ciuffo da terra e decidere se si desidera ripiantarlo comunque, intero o dividerlo per più piantine per riprodurlo.

Cura della coltivazione

mughetto come prendersi cura
Credito: Pixabay

Dopo il reimpianto, basta irrigare. Prima di annaffiare di nuovo, lascia asciugare leggermente il terreno, poiché a questa pianta piace un’irrigazione moderata.

La semina può essere effettuata in un luogo con sole pieno sulle piante per almeno 4 ore al giorno o più.

La fertilizzazione ricca di fosforo è una buona alternativa per favorire la nuova fioritura. Una volta terminata la fioritura, di solito nel tardo autunno, puoi concimare con un po ‘più di humus o letame abbronzato.

Di tanto in tanto, pulisci le foglie ingiallite o le infiorescenze secche.

Vedi anche: come prendersi cura del fiore di maggio