Sii un essere umano, porta un essere umano


È estate, quel magico ciclo annuale che ci ricorda che nella vita c'è molto di più che inserire i dati nei fogli di calcolo . Avvolto dalla nostalgia, lasci il lavoro presto, fai lunghi weekend al lago e ti allontani completamente dalla responsabilità per una settimana di escursioni e pesca in montagna con i tuoi tre migliori amici.

È una di quelle vacanze perfette. Notti al fuoco, giornate libere dal suono di una mail o dallo stress dei bambini con autista. Non puoi fare a meno di mettere in discussione lo stile di vita della corsa dei topi in cui sei caduto in qualche modo. Qualcosa sui suoni di uccelli e ruscelli: l'aria fresca e i modelli di vita primordiali sembrano chiamarti verso un'esistenza più armoniosa e libera.

Lo senti tutti quando decidi di camminare fino al punto: un giorno duro, di rado trafficato, mentre duramente bello, di 11 miglia. è conosciuto come un test di abilità da escursionista e, mentre alcuni dei tuoi amici certamente non si sono presi cura di se stessi, sai che la tua forma fisica è all'altezza della sfida. Desideri ardentemente provare. Questo tipo di test è ciò per cui vivi. In un modo molto reale, è ciò per cui eravamo tutti destinati.

La giornata inizia magnificamente e, trascinata da un flusso costante di battute, insulti ed entusiasmo collettivo, arrivi all'ora di pranzo È meraviglioso – vale la pena bruciare gambe e polmoni – il sudore, i crampi alle gambe, gli incroci d'acqua e altri elementi duri.

Questa esperienza trascendente non potrebbe mai essere catturata in una bella immagine. Magnifica come la tua sensazione. di profonda connessione è, sai che è impermanente. Non c'è imbottigliamento per una giornata di pioggia e nessun modo per conv dai ai loro cari a casa.

Dopo essere stato in piedi tutto il giorno, il tuo equipaggio finalmente colpisce il terreno per pranzo. Fa così male. Esausti, tutti mangiano avidamente, una rinnovata curiosità e apprezzamento per ogni boccone nutriente, come se sentissi che il cibo funzionerà sul tuo sistema maltrattato. Contro la tua volontà, un'ora vola e l'equipaggio inizia a raccogliersi per il viaggio di ritorno. Devi andare, se hai intenzione di far scoppiare il fuoco prima del buio.

Il ritorno è senza incidenti – robusto, bello e pieno di storie – finché Andrew non fa un brutto salto mentre attraversa un ruscello e cerca di raggiungere la terraferma. La sua caviglia si rompe. Si siede lì imprecando, pienamente consapevole che non c'è modo di sostenere se stesso.

"Ho un cerotto", scherza Jason. "Torneremo domani mattina", aggiunge Bret. Ma tutti sanno cosa deve succedere. Ognuno di loro prende un pacchetto extra, il tuo e quello di Andrew, e ti accovacci per sollevare Andrew da sopra la spalla. Con l'avvicinarsi della notte, hai appena ereditato 200 chili di carico. Mancano quattro miglia.

Potresti farlo?

Potresti farlo? Potresti essere all'altezza dell'occasione? Prima del bodybuilding e dell'esplosione della palestra del globo, domande come questa hanno guidato la maggior parte dell'allenamento. "Sii forte per essere utile", come ha diretto il famoso fondatore del Metodo Naturale Georges Hebert. Alla fine della rivoluzione agricola, le nostre prime civiltà lavorarono sotto il sole guidate da quella stessa domanda. Se necessario, sarò in grado di affrontare l'occasione ?

Alcune settimane fa, ho discusso del programma La Sierra High PE di Stan LeProtti. Lungi dall'immaginabile insopportabile per la maggior parte di noi, quando pensiamo alla PE, il programma di Leprotti ha ispirato i livelli di idoneità del guerriero spartano in un'intera popolazione delle scuole superiori. Era l'educazione fisica che ogni americano avrebbe dovuto avere.

LeProtti, un veterano della seconda guerra mondiale, era guidato dall'idea che una nazione forte e piena di persone con un carattere forte potesse derivare solo da una vera forza fisica . Tutti, ai suoi occhi, dovrebbero avere la capacità e il coraggio di affrontare l'occasione. Parte di ciò era la padronanza dell'abilità dell'uomo sollevare e trasportare, più comunemente noto come il trasporto del pompiere.

Per questo motivo, ogni batteria di prova richiedeva ai partecipanti di trasportare un individuo di peso simile per una data distanza. Lo standard più basso era di 800 metri. Per un numero molto raro, d'élite che ha guadagnato pantaloncini blu scuro, lo standard era un uomo di 5 miglia che trasportava o trasportava, o come è più comunemente noto, un trasporto di vigili del fuoco.

Be a Human, Carry a Human

Il trasporto del pompiere è fatto con una tecnica semplice che tutti dovremmo padroneggiare . Per fare tutto ciò che serve è un buon partner di allenamento. Se non sei molto vicino, questo ti aiuterà.

Segui questi passaggi per il trasporto di un pompiere da terra:

  1. Se il tuo partner è sulla schiena, assicurati che siano di fronte a te e prendi le mani sotto le braccia e attorno alla schiena per portali in posizione eretta.
  2. Una volta lì, prendi il piede destro tra le gambe e prendi la mano destra nella sinistra e avvolgilo intorno alla spalla. La parte posteriore della testa finirà nella piega della loro ascella.
  3. Con la testa sotto l'ascella destra, accovacciati e afferra il ginocchio destro con la mano destra.
  4. Cerca di distribuirlo uniformemente su tutta la tua le spalle. Stand.
  5. Afferra la sua mano destra con la tua destra e cammina.

Consiglio di fare una sfida. Guarda fino a che punto ognuno di voi può portarsi a vicenda. Ripeti ancora e ancora per un fantastico allenamento all'aperto senza attrezzatura perfetto per l'estate. Il trasporto caricato è sempre stato un movimento umano fondamentale che vale la pena aggiungere a qualsiasi allenamento. Questo lo porta ad un altro livello.

E se qualcuno non ti facilita il trasporto, potresti voler imparare a fare il tiro del ranger per portare quel corpo nella giusta posizione.

The Gift of Adversity

Scavare in profondità per trovare la capacità di una sfida è forse la formula più potente per un'esperienza di punta. Potresti evitare di dover essere utile o fisicamente capace evitando esperienze reali e grezze, ma così facendo permetti a gran parte di te di rimanere dormiente. Non lo vorrei a nessuno.

L'ultima cosa che vorrei fare con questa storia è dissuadere le persone dal rischio di questi casi vitali . Un rischio molto maggiore sta cadendo nei modelli compiacenti e limitati che affliggono così tanti oggi. Dobbiamo cercare queste esperienze di punta. Non cercare il pericolo, ma cerca la sfida. Torna alla natura. Prenditi il ​​tempo per una lunga camminata.

Questa storia non è una chiamata a isolarti di più, ma una chiamata a rimanere umani. Rimanere in grado di vivere come sempre gli umani e di fare le cose che rendono la vita un'avventura fantastica. Esci ed esplora il più spesso possibile. E quando puoi, allena quella capacità di adattarti all'occasione. Perché non sai mai quando dovresti.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *