La misura standard del colesterolo LDL nel sangue è imprecisa – 2HealthyHabits


Negli ultimi 5 decenni, la maggior parte degli scienziati medici e nutrizionisti si sono concentrati sul colesterolo lipoproteico a bassa densità (LDL) ("colesterolo cattivo") come causa primaria di malattia coronarica. Mentre la terapia per abbassare il colesterolo è diventata lo standard di cura per alcune persone con un rischio ben definito di malattie cardiache, questa attenzione al colesterolo in generale – e in particolare al colesterolo LDL – rimane molto controversa.

Sfortunatamente la misura standard del colesterolo LDL nel sangue è impreciso e quando vengono misurati i vari componenti del LDL nel sangue, essi rappresentano solo una frazione dei lipidi (acidi grassi) e di altri biomarcatori del rischio di malattie cardiache.

Un punto di svolta nella comprensione dei limiti di LDL e malattie cardiache è venuto con la pubblicazione del Lyon Diet Heart Study. Questo studio randomizzato ha confrontato una dieta standard a basso contenuto di grassi con una dieta mediterranea per le persone con un precedente attacco di cuore. Non vi è stata alcuna differenza nei cambiamenti del colesterolo LDL tra i gruppi di dieta mediterranea e quelli a basso contenuto di grassi. Il valore LDL calcolato standard non sembrava importare molto indicando che alcuni driver molto importanti del rischio di malattia coronarica non erano misurati.

Nei risultati di 1 anno pubblicati di recente dallo studio IUH / Virta sull'inversione del diabete, hanno riportato un piccolo ma aumento significativo del livello medio di colesterolo LDL nel sangue in pazienti che seguono una dieta chetogenica ben formulata (WFKD). Allo stesso tempo, tuttavia, hanno notato importanti riduzioni di una serie di fattori di rischio di malattia coronarica tra cui peso, pressione sanguigna e HbA1c.

Il modello di come questi altri fattori di rischio cambiano è indipendente dalle variazioni di LDL. [19659002] Nella Figura 1, (vedi il post originale) il numero di pazienti il ​​cui LDL è aumentato è stato in qualche modo maggiore del numero il cui LDL è diminuito.

Nella Figura 2, gli altri 14 fattori di rischio con rischio migliorato superano di gran lunga quelli indicando una risposta negativa. I fattori di rischio di malattie cardiache indicano che un WFKD è molto più sano di quanto si possa concludere concentrandosi sul singolo fattore di rischio LDL.

Nuovi risultati dello studio sull'inversione del diabete dell'IUH:

Figura 2 [19659002]  Blog - Numeri effettivi del 26 luglio per ciascuno dei fattori di rischio -3.png

Ecco una tabella (figura 2) con i numeri effettivi per ciascuno dei fattori di rischio mostrati nella figura 1, più HbA1c e peso. Per ogni fattore, c'è una variazione tra la linea di base e 1 anno in percentuale, il valore P indica la probabilità che questa modifica possa verificarsi in modo casuale (ovvero, più piccolo è il migliore) e quindi frecce su o giù che indicano come questo cambiamento potrebbe influenzare le malattie cardiache complessive e il rischio di mortalità.

Questi risultati sono interessanti per due motivi. In primo luogo, nessuno degli studi a breve termine sulle diete chetogeniche somministrate a pazienti con diabete di tipo 2 della durata di alcune settimane o alcuni mesi ha sostenuto questi benefici senza riguadagnare peso e / o aumentare i valori di HbA1c dopo 1 anno.

Secondo, nessun precedente uno studio prospettico ambulatoriale con dieta a basso contenuto di carboidrati ha documentato qualcosa di simile a questo grado (0,6 mM a 10 settimane e da 0,3 a 0,4 mM a un anno) di chetosi nutrizionale sostenuta in un gruppo così ampio nei primi mesi di trattamento.

Si noti che solo la freccia per il colesterolo LDL calcolato è rivolta verso l'alto, mentre tutti gli altri 16 sono rivolti verso il basso. Si noti inoltre che di questi 16, solo due hanno associati valori P non significativi o limite. Tutti gli altri indicano una possibilità di errore casuale inferiore a 1 su diecimila. Ciò significa a sua volta che queste osservazioni di rischio ridotto sono statisticamente molto forti.

Questa chetosi nutrizionale sostenuta può essere un fattore chiave nella riduzione del rischio. Il risultante beta-idrossibutirrato (BOHB) è ora inteso come un potente segnale epigenetico che controlla le difese dell'organismo contro lo stress ossidativo, l'infiammazione e la resistenza all'insulina.

What Blood Lipids Actually Do:

Sappiamo da molto tempo che i livelli ematici di colesterolo e grassi saturi tendono ad essere indipendenti dalla quantità di questi nutrienti che mangiamo.

Ma una serie di fattori completamente diversi entrano in gioco quando mangiamo meno energia di quella che bruciamo, il che costringe il corpo ad immergersi nelle sue riserve di energia e quindi a mobilitare il grasso corporeo. Allo stesso modo, quando limitiamo i carboidrati alimentari, il grasso corporeo o il grasso alimentare devono diventare la principale fonte di energia del corpo. Questo è più profondo nello stato di adattamento cheto, in cui lipidi e chetoni del sangue circolanti (fatti con grasso nel fegato) forniscono insieme il 75-85% dell'energia del corpo. Le lipoproteine ​​svolgono un ruolo critico nel trasporto dei lipidi nel flusso sanguigno, quindi i cambiamenti nelle esigenze di consegna influenzeranno a loro volta i risultati del laboratorio di lipoproteine.

In risposta allo stato della chetosi nutrizionale, gli esseri umani possono più che raddoppiare i loro tassi di ossidazione dei grassi ( cioè, usare per carburante) a riposo e durante l'esercizio. Quindi, quando si combina un raddoppio dell'assunzione di grassi con un raddoppio del consumo di grassi, chiaramente molto più grasso deve passare attraverso il flusso sanguigno.

Abbiamo trascorso alcuni decenni a studiare come il corpo si adatta a una WFKD e siamo arrivati ​​a riconoscere un modello abbastanza coerente per i cambiamenti nella maggior parte dei lipidi nel sangue, ma un modello abbastanza incoerente per il livello di colesterolo LDL calcolato in particolare. I cambiamenti consistenti sono:

  • Una drastica riduzione dei trigliceridi sierici
  • Un aumento del colesterolo HDL e
  • Gli stessi o bassi livelli di grassi saturi nei trigliceridi sierici

L'unica variabile inconsistente in questo modello altrimenti prevedibile di il cambiamento è il livello sierico di colesterolo LDL calcolato. Per alcune persone, seguendo una dieta chetogenica, il loro colesterolo LDL diminuisce e per alcuni non cambia. Ma per un discreto numero di persone il valore del colesterolo LDL calcolato aumenta, in alcuni casi piuttosto. Quindi la domanda chiave è: quanto è importante il colesterolo LDL calcolato rispetto agli altri fattori di rischio che sono stati recentemente caratterizzati?

Perché il colesterolo LDL non è un numero singolo: [19659002] Esistono due importanti limiti del livello sierico di colesterolo LDL comunemente riportato.

In primo luogo, la normale procedura di test non misura effettivamente l'LDL, ma riporta un valore calcolato in base alle misurazioni del colesterolo totale e del colesterolo HDL e dei trigliceridi, insieme a una serie di ipotesi. E in particolare, quando il valore del trigliceride subisce un grande cambiamento, può distorcere considerevolmente il valore LDL calcolato.

In secondo luogo, le particelle circolanti di lipoproteine ​​classificate come LDL hanno in realtà dimensioni molto diverse, e ora si riconosce che le particelle più piccole e più dense (che trasportano proporzionalmente meno trigliceridi) sono la sotto-frazione che è associata a danno vascolare e malattie cardiache.

Nella Figura 2, solo il valore calcolato del colesterolo LDL è andato nel "direzione sbagliata". Ma in questo caso, sembra che ciò sia dovuto a uno spostamento verso una proporzione maggiore delle particelle più grandi perché il numero totale di particelle non è cambiato, la dimensione media delle particelle è aumentata, mentre il numero ridotto di particelle piccole è stato significativamente diminuito.

L'infiammazione come fattore di rischio indipendente per la malattia vascolare coronarica:

Tre decenni fa, numerosi ricercatori hanno notato che Il conteggio totale dei globuli bianchi e quindi i livelli di proteina c-reattiva sembrano predire la malattia coronarica e la mortalità indipendentemente dal colesterolo.

La domanda chiave se questa fosse una semplice associazione o causale. Questa domanda è stata risolta con il recente studio CANTOS, che ha ridotto il rischio coronarico del 15% senza alcun effetto sui livelli di colesterolo LDL.

Sfortunatamente un effetto collaterale dell'anticorpo utilizzato in questo studio (un aumento delle infezioni fatali) ha annullato la coronarica riduzione del rischio di malattia, quindi la prova CANTOS ha risposto a una domanda importante ma non ha offerto una soluzione terapeutica. Tuttavia, ciò offre una visione interessante del mistero del perché lo studio sulla dieta del cuore di Lione ha ridotto il rischio di malattia coronarica E la mortalità. In quello studio, i livelli di antiossidanti nel sangue aumentarono e i granulociti (ovvero i globuli bianchi) diminuirono, suggerendo che un intervento antinfiammatorio dietetico può avere potenti benefici in assenza dei pericolosi effetti collaterali dei farmaci antinfiammatori.

Grassi saturi di sangue e rischio di CVD:

Il fatto chiave da tenere a mente è che mentre una fonte primaria di grassi saturi nel sangue è la lipogenesi de novo (cioè la produzione di grasso dall'eccesso di carboidrati nella dieta), c'è poca o nessuna relazione tra l'assunzione di grassi saturi nella dieta e il contenuto di grassi saturi di sangue . E, soprattutto, poiché lo stato di keto-adattato raddoppia la capacità del corpo di bruciare grassi saturi per il carburante, mentre allo stesso tempo spegne la lipogenesi de novo, i livelli ematici di grassi saturi sono ridotti indipendentemente dall'assunzione di grassi saturi nella dieta.

C'è una recensione di questo argomento nel blog, The Sad Saga of Saturated Fat. https://wordpress.com/post/2healthyhabits.wordpress.com/698[19659002[[19459004[GandBeyondSingleBiomarkersofCardiovascularRisk:

Esiste una vasta gamma di processi che contribuiscono all'aterosclerosi e alla coronarica rischio di malattia dell'arteria. American College of Cardiology offre un predittore del rischio di malattie cardiache di 10 anni che include i seguenti input: età, sesso, razza, colesterolo totale, colesterolo HDL, colesterolo LDL, pressione sistolica, pressione arteriosa diastolica, diabete, fumo e uso di farmaci (statina , ipertensione, aspirina).

In base a questa equazione, il punteggio di rischio decennale della malattia cardiovascolare aterosclerotica (ASCVD) nel recente studio Virta è diminuito del -11,9% (P = 5 × 10-5). Questo è un grande effetto benefico sperimentato dai partecipanti allo studio Virta nonostante i cambiamenti osservati nei valori di LDL calcolati.

Il trattamento medico continuo, inclusa la chetosi nutrizionale nei pazienti con diabete di tipo 2, ha migliorato la maggior parte dei biomarcatori del rischio di CVD dopo Virta anno di studio. L'aumento del colesterolo LDL è apparso limitato alla grande sub-frazione LDL; mentre la dimensione delle particelle di LDL è aumentata, LDL-P e ApoB totali sono rimasti invariati e l'infiammazione e la pressione sanguigna sono diminuite.

Ci sono così tanti fattori diversi associati al rischio coronarico che dobbiamo evitare di concentrarci solo su LDL.

Questo post ha condensato dal blog Virta: Cambiamenti lipidici nel sangue con una dieta chetogenica ben formulata nel contesto di Rich Wood, PhD, Amy McKenzie, PhD, Jeff Volek, PhD, RD, Stephen Phinney, MD, PhD on 2 maggio 2018. Si prega di consultare l'originale per le note a piè di pagina e le citazioni per gli studi scientifici. Ecco il link https://blog.virtahealth.com/blood-lipid-changes-with-ketogenic-diet/[19659002[[19459006×TiinvitoaseguireilmioblogFacebookoessereaggiuntoallamialistadidistribuzionee-mailIlmioobiettivoèmassimizzarelemieprestazionifisicheelachiarezzamentalelacomposizionecorporeaesoprattuttolasalutegeneraleconunadietaeuneserciziosalutari

Ti porterò articoli interessanti sulle diete chetogeniche e GAPS, il Super Slow High- Programma di esercizi di intensità e supplementi.

Per seguire il mio blog, fare clic sul pulsante Segui per ricevere un'e-mail quando sarà disponibile il post successivo. Suggerimento: potrebbe essere necessario fare clic sul pulsante Accetta e chiudi prima che sia disponibile follow.

Proseguo con il feedback. Per favore fatemi sapere che siete interessati al contenuto facendo clic su Mi piace, Commentando o inviandomi un messaggio o e-mail sul post.

Vivi a lungo in salute.

Cordiali saluti,

Lydia Polstra

Email : lpolstra@sympatico.ca

Facebook: https://www.facebook.com/2healthyhabits/[19659002[Blog:https://2healthyhabitswordpresscom

Disclaimer: il contenuto di questa email o messaggio è non destinato al trattamento o alla prevenzione delle malattie, né come sostituto del trattamento medico, né come alternativa alla consulenza medica. L'uso dei consigli è a scelta e rischio del lettore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *