Il podcast NASM-CPT: Bones! – Blog NASM


Questo episodio è una revisione dei sistemi scheletrici. Solo anatomia! Nessuna ROM o azioni congiunte. Oggi Rick parla delle ossa stesse, dei nomi, delle posizioni e dei mnemonici per aiutare a ricordare e ricordare i loro nomi. Questa è una panoramica di alto livello, quindi ci concentreremo solo sulle ossa principali nello scheletro appendicolare e assiale.

Sintonizzati su questo episodio per aiutarti a consolidare una panoramica dell'anatomia scheletrica O usala per idee per insegnare l'anatomia ossea ai tuoi studenti o clienti.

Ricevi subito il 20% di sconto sul tuo ordine entro il chiamando il numero 800-460-6276 o visitando NASM.org e utilizzando il codice Podcast 20.

Iscriviti:

Cosa imparerai:

  • Colazione, pranzo e cena ti aiutano a conoscere il numero di vertebre in ogni sezione della colonna vertebrale
  • Piccole bugie aiutano a sapere quale osso nella parte inferiore della gamba è quale
  • Alcuni nomi di osso aiuteranno nell'apprendimento dei nomi di alcuni muscoli

Transcript

Benvenuti nel podcast NASM-CPT. Mi chiamo Rick Richey e oggi parleremo di quelle ossa, quelle ossa, e se ti senti a tuo agio con il sistema scheletrico, questo potrebbe non essere un podcast per te, ma se desideri saperne di più , forse possiamo aiutare ad accrescere la comprensione o almeno ottenere anche alcune ripetizioni nel sapere come si chiamano queste ossa. E forse possiamo supportarti un po 'nell'apprendimento dell'anatomia del sistema scheletrico.

The Skeletal System

Quindi parliamo del sistema scheletrico. Prima di tutto, il sistema scheletrico è importante perché in realtà è ciò a cui i muscoli si attaccano e i muscoli si attaccano alle ossa per consentirci di creare movimento. Non solo crea movimento, aiuta a proteggere gli organi vitali, ma è anche un sistema di conservazione.

Quindi può immagazzinare minerali all'interno dell'osso e aiutano a produrre sangue all'interno di quel midollo di cui potresti aver sentito parlare. Quindi tutte queste cose sono di vitale importanza, ma ne parleremo in termini di scienza del movimento umano e di cosa fanno le ossa. E aiutano a produrre queste azioni congiunte e queste azioni congiunte si muovono attraverso intervalli di movimento. E non passerò il tempo a parlare dell'azione congiunta e della gamma di movimento oggi.

Oggi riguarda in particolare le ossa. E esamineremo il sistema scheletrico e ne discuteremo. Quindi c'è un sistema scheletrico assiale e un sistema scheletrico appendicolare. Il sistema scheletrico assiale. È composto dal cranio, dalla gabbia toracica e dalla colonna vertebrale. Ci sono circa 80 ossa lassù e lo scheletro appendicolare è costituito dalle estremità superiore e inferiore, cioè la cintura della spalla, la cintura pelvica e le braccia che si staccano da quelle e le gambe che ne escono. Quindi in pratica scolleghi la cintura scapolare e la cintura pelvica e rimani con lo scheletro assiale, quel centro.

Quindi hai ottenuto circa 206 ossa nel sistema scheletrico e circa 177 che sono coinvolte in movimenti volontari. Ora questo è importante per noi, perché abbiamo a che fare con il movimento volontario. Stiamo spingendo le persone a muoversi e ad esercitarsi.

Lo scheletro assiale

Quindi cominciamo a parlare di quali sono alcune di queste ossa e diamo un'occhiata inizialmente allo scheletro assiale. Quindi nello scheletro assiale, stiamo osservando cosa sta succedendo con la testa, va bene, quindi abbiamo messo la testa lì. E l'osso della testa è il cranio. Potresti anche aver sentito il termine cranio, giusto? Ahimè, povero Yorick, lo conoscevo bene.

Quindi abbiamo il teschio. Ora ci sono numerose ossa che lo compongono, e non ci entreremo. Lo terremo davvero di alto livello in questo momento, e sembreremo un po 'da questa vista di 30.000 piedi, guardando in basso sul sistema scheletrico. Quindi non entreremo in tutte le ossa che compongono il cranio. E sono fusi, non parleremo dei diversi tipi di articolazioni che ci sono, dei diversi tipi di ossa che ci sono.

Ma parleremo del cranio, e penso che voi ragazzi abbiate familiarità con il cranio, e ci spostiamo nella colonna vertebrale. E la nostra colonna vertebrale è composta dalle vertebre cervicali, quelle sono le vertebre del collo, della colonna vertebrale toracica o delle vertebre toraciche, e questo è il muscolo a cui si collegano la maggior parte delle costole, quindi ti muovi verso il basso nelle vertebre lombari , e questa è la parte bassa della schiena. E poi continua a scendere nel sacro e appeso al sacro, un osso molto piccolo chiamato coccige.

Ora, vertebre cervicali, ce ne sono sette. Esistono 12 vertebre toraciche e cinque vertebre lombari. 7, 12 e 5. Quindi, dall'alto verso il basso, cervicale, toracico, lombare, 7, 12 e 5. Spesso me lo ricordo a colazione, pranzo e cena.

Quindi fai colazione alle sette, pranzi alle 12 e diciamo che andremo piuttosto presto per cena, ma ceneremo alle cinque. Quindi 7, 12 e 5, e questo è un buon modo per ricordare quale colonna vertebrale cervicale, quante vertebre ci sono in ognuna di esse, quante vertebre nel torace e quante sono nella colonna lombare.

Ora, quando guardiamo il sacro, in realtà ha circa cinque vertebre fuse e il coccige è composto anche da diverse ossa fuse che pendono dal fondo del coccige, di cui probabilmente hai sentito parlare come il tuo coccige, e ha anche questa curva.

E così ognuna di queste vertebre, come sezioni, ha delle curve. Il cervicale e il lombare hanno una cosiddetta lordosi, che è una curva frontale, e la colonna vertebrale toracica e il sacro, il coccige, hanno tutti una cifosi, che è una curva rivolta verso la parte posteriore. Se hai mai sentito il termine scoliosi, una scoliosi è una curva laterale irregolare della colonna vertebrale.

Quindi ognuna di queste curve nella colonna vertebrale termina con questo termine -osi, e quindi la scoliosi otterrà quel tipo di stesso suffisso per andare alla fine di esso.

Ora andiamo avanti e diamo un'occhiata ad alcune parti aggiuntive di ciò che vedremo. Vedremo come spostarci verso il basso. Se ti prendi le mani, le metti sull'osso del colletto, quindi proprio sulla parte anteriore del tuo corpo, l'osso del colletto, che si chiama clavicola.

E se ti muovi lateralmente e ti avvicini alla spalla, e continui a tornare indietro, hai la tua scapola. E la scapola è quell'osso sulla schiena, e spesso ci riferiamo ad esso come la scapola. Quindi abbiamo la scapola e la clavicola, o quell'osso del colletto, e si collegano tra loro, e molte persone non lo sanno, e dove si collegano, quell'articolazione può essere separata abbastanza facilmente. È una delle spalle più comunemente separate.

Quindi, se hai mai sentito il termine che qualcuno aveva separato la spalla, in realtà non è la loro articolazione del braccio, come la loro articolazione gleno-omerale, ma in realtà è quella articolazione acromioclavicolare, quindi dove si incontrano la scapola e la clavicola. E così crea la cintura scapolare. E poi il braccio si collega a quello.

E così l'osso della parte superiore del braccio dove si trovano i bicipiti e quando mostri il tuo muscolo, quell'osso della parte superiore del braccio viene chiamato omero. Questo è il tuo omero. Pensiamo che potrebbe esserci stata qualche connessione lì con l'osso divertente. E se hai mai colpito il tuo osso divertente, non è troppo divertente, ma forse l'omero osseo aveva ottenuto, etimologicamente parlando, il suo nome dall'osso divertente.

E poi continuiamo a muoverci verso il basso nell'avambraccio. Ora abbastanza interessante, guardiamo tutto dalla spalla in giù come il braccio. Tecnicamente parlando, la parte superiore del braccio è il braccio, e dal gomito al polso è l'avambraccio, e ci sono due ossa lì dentro. Potresti sapere quali sono. Potresti conoscere quelle ossa. Uno è il raggio e l'altro è l'ulna. Ah, lo è, ma quale è quale? Qual è il raggio e quale è l'ulna?

Quindi, se prendi la tua mano come se stessi per essere in una classe di karate. Triterai una tavola con il lato del mignolo della tua mano, quindi il lato del mignolo si allinea con l'ulna. Quindi, se stai guardando la tua mano, ci sono mignolo, ulna, mignolo, ulna, P-U, P-U. Mignolo, ulna, mignolo, ulna, P-U, P-U. E a proposito, quando faccio P-U, faccio le mie mani come se qualcosa avesse un cattivo odore. E questo è solo un modo, non necessariamente di fornire umorismo, è più un modo di inventare veramente un'idea che aiuti a ricordare da che parte è l'ulna e che è dal lato del mignolo.

Ora, il lato del pollice è il raggio. Amico, e questo aveva molto più senso negli anni '90, quando qualcuno poteva alzare il pollice e dire "Rad, amico". Quindi il raggio è il pollice in alto, cioè il lato rad. Quindi il raggio è sul lato del pollice. E c'è il raggio e l'ulna.

Ora continui a muoverti verso il basso nel polso. Ci sono ossa molto, molto piccole nel polso. E quelle ossa sono conosciute come carpali, piccole ossa. E poi ci sono le ossa della mano. Si allungano e quelle ossa nella mano sono chiamate metacarpali. E le dita sono conosciute come falangi. Quindi sono i carpali, i metacarpali e le falangi. E questo ora ci ha portato dalla cintura della spalla fino alla punta del dito.

Quindi ora entreremo nella cintura pelvica. Quindi aggiungiamo la cintura pelvica, quel pezzo di scheletro appendicolare, sullo scheletro assiale. Ora, quel particolare insieme di ossa che si attacca direttamente ad esso, il bacino. Il bacino è composto da tre ossa. Ora, il bacino non è l'anca. Il bacino è il bacino. E l'anca è in realtà il femore, è il femore, quindi è l'osso della gamba. Quindi il bacino è costituito dall'ileo, dall'ischio e dal pube. Il pube è probabilmente il più semplice da spiegare, perché puoi capirlo.

Quindi il pube è l'osso nella parte anteriore del bacino e nella parte inferiore del bacino. Di solito dove vorremmo pensare, oh, ecco dove sono le nostre parti private. Bene, è lì che si trova l'osso pubico. L'ileo sarà quel tipo più grande di parte del bacino a forma di orecchio di Topolino nella parte superiore. Quindi, quando pensi a dove si trova la tua vita, quello spazio tra le costole e il bacino, quindi quello spazio, la parte più in alto, la parte superiore del bacino sarà l'ileo.

Ora, l'ischio è la parte su cui ti siedi. Quando ci pensi, probabilmente hai sentito che il termine si trova ossa. Queste sono le tue ossa sedute e ti capita di sederti su quelle. Quindi quelli su cui vorresti sederti sono l'ischio.

Quindi c'è l'ileo, le ossa superiori, le orecchie di Topolino, l'ischio, quelli su cui probabilmente sei seduto e il pube, che è dove si trova l'area pubica del corpo.

Ora, il femore, che è l'osso più lungo del corpo, si collega al bacino e ha una forma interessante, che crea i fianchi. Cioè, c'è il tipo di collo e ha una curva, quindi non si inserisce direttamente nel bacino, entra in un angolo e poi scende. E così questo lungo osso che si collega a questa cintura pelvica arriva fino al ginocchio.

E poi nella parte superiore del ginocchio hai quello che comunemente chiamiamo una rotula. Si chiama patella. Quindi anatomicamente parlando, ci riferiremo a questo come alla rotula. E così la rotula è un osso molto piccolo. È un osso sesamoide. Voglio dire, è un grosso osso per un sesamoide. Ma un osso sesamoide è un osso che cresce all'interno di un tendine.

Quindi il tendine del quadricipite in realtà supera la parte superiore di quell'osso. E se senti subito la rotula, la rotula, sembra che ci sia, letteralmente sembra che ci sia la pelle e poi l'osso. Ma questo non è vero. La totalità dei quad supera la parte superiore attraverso un tendine molto piccolo ma incredibilmente forte. E poi finisce per connettersi al tuo, beh, fermiamoci qui.

Ci sono due ossa nella parte inferiore della gamba. C'è una tibia e un perone. Quale è quale? Molte persone conoscono la tibia e ne hanno sentito parlare almeno, tibia e perone. Quale è quale? La tibia è lo stinco. Questo è quello, se stai facendo arti marziali con cui potresti calciare. Sicuramente non voglio calciare con il perone. È un piccolo osso sul lato laterale della gamba, e se hai mai sentito qualcuno dire una piccola bugia, quella è una fib.

Quindi il piccolo osso sul lato laterale nella parte inferiore della gamba vicino alla tua tibia, che si chiama fibula. È il piccolo osso come una piccola bugia. E così quelle due ossa, creano questo tipo di connessione quando scendi fino in fondo, quei due grumi che le tue caviglie, che noi consideriamo come le tue caviglie, c'è quel grumo all'interno e un grumo all'esterno. E in realtà si collega lì tra loro. Una di quelle ossa è la tibia, quella mediale. Una di quelle ossa è la fibula, quella laterale. E se hai mai sentito qualcuno dire che hanno una distorsione alla caviglia alta, è probabilmente quell'articolazione tibiofibolare che è probabilmente tesa. Questo è probabilmente ciò a cui si riferiscono quando parlano di una distorsione alla caviglia alta.

E poi sotto c'è un osso che si trova proprio tra quelle due ossa, ed è direttamente sotto. Si chiama talus bone. E l'astragalo si trova tra la tibia, il perone e l'articolazione del tallone chiamato calcagno. Quindi c'è un talus tra quei due, e poi l'articolazione del tallone, o l'osso del tallone è lì, e quell'osso del tallone è il calcagno.

Se ti allontani dall'osso del tallone, ci sono ossa più piccole nel piede e sono chiamate tarsali. E come i carpali della mano, sono tarsali, ossa più piccole nel piede. E poi ci sono queste ossa più lunghe nel piede prima di arrivare alle dita dei piedi e quelle sono chiamate metatarsali. E le dita dei piedi, proprio come le dita, sono chiamate falangi. Quindi hai i tarsali, i metatarsali e le falangi.

Quindi stiamo realizzando una breve panoramica di ciò che sta accadendo in questo sistema di movimento umano del sistema scheletrico. E i muscoli si attaccano a queste ossa, e attraverso le articolazioni, creano movimento attraverso intervalli di movimento che ci consentono di creare locomozione. Questo ci consente di muoverci. E così passando attraverso questo, solo un livello molto alto di quello che sta succedendo nel corpo e come si chiamano queste ossa.

Ora, le ossa hanno anche dei "punti di riferimento ossei" molto interessanti, come li chiamiamo. E potresti avere cose che si chiamano condili, che sono solo sezioni o punti di riferimento ossei. Ci sono epicondili. C'è solco e fossili e tubercoli e trocanteri. Tutti questi nomi, man mano che approfondisci l'apprendimento non solo quali sono le ossa, ma quali sono le sezioni dell'osso. C'è una testa fino a un osso. Potrebbe esserci un collo a un osso.

Quindi questi punti di riferimento ossei diventano molto preziosi perché spesso questi punti di riferimento ossei fanno diverse cose. Uno, potrebbero essere dove siedono i muscoli. Potrebbero essere i punti in cui i tendini scivolano o si sovrappongono. E poi potrebbe anche essere un'area in cui è semplicemente facile da identificare, come il grande trocantere del femore sarebbe quel pezzo osseo sul bordo del femore.

Quindi osservandoli, comprendendo un po 'di più le ossa prima di arrivare ai muscoli. Quindi solo sapendo dove sono. E poi le ossa ti aiuteranno anche a ricordare alcuni dei nomi dei suoi muscoli. È un dato di fatto, ci sono storicamente nomi che abbiamo chiamato una cosa che stiamo effettivamente attraversando cambiando per collegarli di più a questo ha più senso in base all'osso su cui si trova.

Quindi un esempio particolare di cui stiamo parlando è che c'è un muscolo sul lato, sul lato laterale della parte inferiore della gamba, e quelli sono chiamati i tuoi peroneali, ed espellono il piede. Bene, i peroneali stanno attraversando una sorta di cambiamento sistematico del nome in molti libri di testo per rinominare i peroneali ai muscoli fibulari. E lo cambieremo.

Bene, perché lo stiamo cambiando? Bene, il muscolo fibulare si trova su quale osso? Ah, quel piccolo osso bugia. Il perone, è corretto. Quindi capire le ossa ti aiuterà anche a capire alcuni dei muscoli. È solo una grande, piccola comprensione dell'anatomia che ti aiuta ad andare avanti. Non solo in anatomia per il gusto di conoscerla, ma per avere una comprensione più chiara della lingua che useremo mentre andiamo avanti come professionisti dell'esercizio, come personal trainer certificati. E se questo podcast ti aiuta, fantastico. Se potrebbe essere un po 'correttivo perché hai preso lezioni e hai familiarità con queste ossa o perché è difficile da visualizzare, quindi torna indietro, visualizza queste ossa un po' di più. Guarda le immagini e vedi se ascoltarle mentre guardi quelle immagini sarà in grado di aiutarti.

Mi chiamo Rick Richey. Se hai domande, puoi contattarmi su rick.richey, RICHEY, @ nasm.org e fammi sapere di cosa vuoi sentirci parlare sul podcast NASM-CPT, come potrebbe influenzarti e cosa possiamo fare per te. Benvenuto, grazie mille per aver ascoltato il podcast NASM-CPT. Buona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *