Cosa ho imparato dalla mia disintossicazione di plastica


di Chris Thaller,
Responsabile dei progetti creativi di Runtastic

Perché rinunciare alla plastica monouso è così importante?

  • C'è un sacco di plastica intorno : Ogni minuto 1 milione le bottiglie di plastica vengono acquistate in tutto il mondo. Se sommi tutti gli imballaggi di plastica e i sacchetti di plastica che vengono gettati via ogni giorno, puoi immaginare quanti rifiuti produciamo in un solo giorno.
  • La ​​cosa spaventosa è che la plastica non scompare : si scompone in pezzi sempre più piccoli che chiamiamo microplastiche. Prima o poi quei pezzi entrano nelle nostre falde acquifere o nei nostri oceani, dove il pesce inizia a mangiarlo.
  • Anche la plastica entra nei nostri corpi : Mangiamo il pesce, quindi la plastica che una volta comprata entra direttamente nei nostri corpi. Sfortunatamente, molte persone non sono ancora veramente consapevoli della portata del problema.

È tempo per tutti noi di agire e rendere le persone consapevoli di questo.

 Un sacco di bottiglie di plastica su una spiaggia

Ecco perché voglio condividere il mio esperimento senza plastica con te, così come le principali lezioni che ho imparato lungo il cammino che ora mi aiutano a vivere con meno plastica.

Credici o non …

da quando ho iniziato a fare uno sforzo per smettere di comprare cibo confezionato in plastica monouso, ho perso una quantità decente di peso. In passato, mi piaceva guardare le partite di calcio con una grande busta di patatine tra le mani. Hai mai cercato patatine che non siano confezionate in plastica? Buona fortuna ?

MY PLASTIC DETOX STORY

Tutto è iniziato su un volo per New York City.

Ero in viaggio per il grande evento adidas x Parley Run For The Oceans del World Oceans Day. Ci stavamo avvicinando per sensibilizzare sui pericoli dell'inquinamento marino causato dalla plastica. Ero pronto per agire!

"Il tuo pasto, signore?" Chiese l'assistente di volo. Questa domanda ha finito per cambiare completamente la mia esperienza a New York.

Dopo aver finito il mio pasto, ho guardato il mio piatto e sono rimasto scioccato quando ho visto quale enorme pila di rifiuti di plastica che avevo appena creato.

Non andavo a New York per ottenere l'esatto opposto? Non era il mio piano per far smettere di usare plastica monouso?

Questo è stato il momento in cui ho deciso di affrontare una nuova sfida.

Fintanto che ero a New York, non avrei comprato né preso nulla che fosse confezionato in plastica monouso. Il gioco era attivo.

GIORNO 1 – LA TAZZA DI CAFFÈ TAKE-AWAY

Abbiamo avuto un incontro molto presto in programma il nostro primo giorno a New York e ci eravamo diretti quando decidemmo di prendere il caffè in un piccolo caffè proprio dietro l'angolo.

Mi ero dimenticato di portare la mia tazza di caffè riutilizzabile da casa.

Potrei ancora comprare un caffè per andare? Sarebbe ok se ho appena saltato il coperchio?

Le tazze da asporto sono effettivamente riciclabili?

Anche se le tazze da asporto sono tecnicamente riciclabili, realisticamente non lo sono. Quelle tazze sono per lo più fatte di carta, ma sono rivestite di plastica in polietilene per renderle impermeabili.

La mia soluzione per la sfida n. 1: niente caffè per me. Quel pomeriggio ho comprato una nuova tazza di caffè riutilizzabile – fatta di bambù – ed è stata al sicuro per il resto del mio viaggio.

GIORNO 2 – PLASTIC MOUNTAINS

2 ° giorno a New York City. Volevo fare una corsa al mattino presto . Sulla strada per Central Park sono rimasto scioccato da quello che ho visto.

C'era plastica dappertutto.

Più mi guardavo intorno, più mi rendevo conto di quanti rifiuti di plastica siamo circondati da . Vidi montagne di rifiuti di plastica che rivestivano le strade.

Sapevo che qualcuno sarebbe venuto con un grosso camion per portarlo via, ma dove sarebbe finito tutto?

 Mucchi di plastica per le strade di New York

Ho iniziato a cercare un ristorante salutare. Dopo più di 25 ristoranti che servivano solo il loro cibo in imballaggi di plastica, stavo per arrendermi, quando finalmente ho trovato un nuovo ristorante fresco che serviva i loro piatti avvolti in carta su piatti di legno. Esattamente il posto che stavo cercando.

Ho chiesto gentilmente al cameriere se poteva riempire la mia bottiglia di alluminio con l'acqua del rubinetto …

Ciò che accadde allora fu deludente – mi dissero che potevo prendere l'acqua del rubinetto ma solo in un bicchiere di plastica.

Per ragioni igieniche al cameriere non è stato permesso di prendere la mia bottiglia e riempirla. Né è stato permesso di lasciarmi fare da solo. Ho dovuto bere da un bicchiere di plastica o per niente.

Sembra uno scherzo? Non è. Storia vera.

 Bottiglia d'acqua in alluminio e un pasto senza plastica

LA MIA GIORNATA FINALE – RITORNO SULL'AEREO

Fu l'ultimo giorno del mio viaggio, giorno della partenza Finora avevo soddisfatto la mia sfida di evitare la plastica mentre ero a New York. Ero orgoglioso, ma sapevo che un ultimo ostacolo era ancora davanti a me: il mio volo di ritorno in Austria.

Quando l'assistente di volo mi ha chiesto del pasto questa volta, ho rifiutato.

Avevo portato il mio panino vegetariano avvolto nella carta, la mia bottiglia di alluminio con acqua (riempita all'aeroporto) e 2 mele per dessert. Sì, è possibile mangiare sano anche nei viaggi di lavoro .

Avevo completato la mia missione. Durante il mio viaggio di 5 giorni non avevo comprato nessun tipo di plastica monouso. Ma non finisce qui.

BACK HOME – CONTINUA LA VITA SENZA PLASTICA

Dal mio viaggio a New York ho evitato di acquistare il più possibile la plastica monouso:

  • Non ho comprato una bottiglia di plastica da più di due anni [19659004] E ho aggiornato il mio equipaggiamento riutilizzabile
  • Ho sempre con me il mio tazza di caffè riutilizzabile il mio borraccia in alluminio, e il mio sacchetto di cotone [19659066] Ho persino portato le mie scatole di cibo quando prendo la cena dal mio ristorante vietnamita preferito

Devo ammettere che c'è ancora molta plastica nella mia vita, ma come si dice, ogni il passo conta, e se tutti facciamo solo qualche passo nella giusta direzione, raggiungeremo il nostro obiettivo di migliorare le cose.

LE MIE PRIME 5 LEZIONI APPRESE DALLA QUOTAZIONE DELLA PLASTICA MONOUSO

  1. Trovi sempre senza plastica alternative. Ci vuole solo un po 'di tempo.
  2. Risparmia acquistando meno.
  3. Perderai di peso mangiando di meno.
  4. Ti senti meglio, perché è bello prendersene cura.
  5. Ti abitui a una vita senza plastica e presto stabilisci nuove abitudini di acquisto.

Ma se c'è una cosa che ho imparato dalla mia disintossicazione plastica, è che è un'esperienza molto appagante e una grande sensazione sapere che stai facendo del tuo meglio per rendere il nostro mondo un po 'migliore!

Fai un cambiamento e unisciti a Run For The Oceans a partire dall'8 giugno per combattere l'inquinamento plastico marino!

***

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *