Arlo Doyle: The Kilted Comeback Kid


Maggio è il mese nazionale di valorizzazione militare. Abbiamo chiesto ai nostri CPT-NASM che hanno prestato servizio nelle forze armate per raccontarci le loro storie. Ecco uno di questi.

Arlo Doyle
The Kilted Comeback Kid

Nell'aprile del 2001, Arlo Doyle si unì all'esercito. Aveva bisogno di un modo per sostenere sua moglie e la figlia neonata, e i benefici che l'esercito offriva erano numerosi. Prima che lo sapesse, stava frequentando un corso di formazione appena fuori Washington, D.C.

Solo pochi mesi dopo accadde l'11 settembre.

Arlo fu schierato in Iraq dove rimase per diversi anni. Durante il suo quarto schieramento come sergente di automazioni, raggiunse il grado di Sergeant First Class.

Poi durante il suo ultimo dispiegamento nel giugno del 2011, una bomba da mortaio da 60 millimetri colpì un edificio dove Arlo stava lavorando, colpendo circa 10 A 15 metri da lui.

Miracolosamente, sopravvisse all'esplosione. Ma ricevette una ferita da schegge alla fronte, insieme a una lieve lesione cerebrale traumatica (TBI), lasciando Arlo con la sindrome post-concussione.

Arlo con una ferita da schegge dopo essere spaventosamente vicino a un'esplosione

A causa di queste ferite e i sintomi che si sono manifestati in Arlo, tra cui forti emicranie, apnee notturne e PTSD, è stato ritirato dall'esercito.

Nelle settimane successive alle ferite, Arlo ha fatto del suo meglio per tornare nel migliore negozio fisico ma sarebbe diventato stordito e sfinito rapidamente. Occasionalmente è svenuto.

L'incapacità di rimanere attivo gli ha fatto pagare un pedaggio. Entrò in uno stato di sconforto che era quasi impossibile da scuotere. "Per essere onesti," dice Arlo, "ho passato il mio tempo seduto a giocare ai videogiochi e bevendo birra."

Si sentiva depresso. Irritabile. Emotionally drenato.

Nulla cambiò per tre anni.

Poi, mentre visitava il suo fisioterapista, notò che il suo battito cardiaco a riposo era anormalmente alto. Dopo un mese di monitoraggio, la sua frequenza cardiaca era media tra 120-140 battiti al minuto. E fu proprio quando si svegliò al mattino.

consigliò ad Arlo che o aveva bisogno di iniziare a correre come un modo per abbassare naturalmente la sua frequenza cardiaca o lei lo avrebbe messo in terapia – qualcosa che non voleva. [19659004] Quindi, con più di una buona dose di apprensione, decise di provare a rimettersi in forma. Anche sua moglie Rebecca si unì a lui in questo nuovo viaggio di fitness.

"Una volta sono riuscito a superare il blocco mentale di non essere in grado di esercitare", dice Arlo, "è stato incredibile quanto velocemente la mia forza sia stata in grado non solo tornare, ma aumentare ". C'era una differenza notevole che l'esercizio costante fatto nella sua vita, contribuendo alla sua capacità di gestire il suo TBI e PTSD.

Prima che se ne rendesse conto, Arlo stava compiendo cose che non avrebbe mai creduto possibile, compresa la Maratona di Roma, oltre a guadagnare diversi Trifectas Spartan: gare intense e maratone cariche di ostacoli punitivi.

C'era qualcos'altro che rendeva Arlo spicca tra la folla: ha iniziato a gareggiare e ad allenarsi indossando un kilt

"Il kilt è in parte tradizione, in parte patrimonio", spiega Arlo. Ma non era l'unica ragione. Ha anche iniziato a indossare il kilt "a causa della libertà e del comfort che forniscono".

Arlo e kilt che gareggiavano in una gara spartana

Tutto abbandonato, una cosa era chiara: Arlo ha sperimentato un totale inversione e un ritorno in ogni sense of the word. (

Nel giugno del 2018, Arlo scelse di riprendere il suo incredibile passo avanti. Dice Arlo, voleva "ispirare gli altri a trovare la gioia pura che viene con uno stile di vita fisicamente attivo. "Così decise di diventare un personal trainer.

Dopo aver esaminato diversi programmi di certificazione, decise di andare con il NASM.

" Ho pensato che avrei fatto qualcosa del genere, Potrei anche provare a fare il migliore che fosse disponibile. "

Gli piaceva l'ammontare del supporto che avrebbe ricevuto, così come la storia e il rispetto che derivava dal marchio NASM.

Nel giro di pochi mesi , ha completato il programma Personal Trainer certificato NASM e ha anche completato il Beha vior Change Specialization con la speranza di aiutare gli altri a superare i propri ostacoli mentali.

Lo scorso gennaio, Arlo ha lanciato la propria attività: Kilted Fitness. Ora si guadagna da vivere lavorando con i clienti, programmando piani di allenamento individualizzati e aiutando le persone a soddisfare i loro vari obiettivi di fitness.

Quando Arlo non lavora, gareggia o forma gli altri, ama passare il tempo con sua moglie, tre figli, e houseful of animals.

Noi della NASM non potremmo essere più entusiasti del successo di Arlo, o più grati per il suo servizio.

Se sei interessato al programma Personal Personal Trainer della NASM, o ad una specializzazione come Specialization Change Behavior , puoi saperne di più su NASM.org o saperne di più sui nostri sconti militari qui.

Riguardo a dove trovare un kilt, dovrai chiedere ad Arlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *