9 alimenti infiammatori da evitare + alimenti per combattere l'infiammazione – My Health 24


Le risposte infiammatorie nel corpo sono molto naturali. In effetti, l'infiammazione è essenziale nel complesso processo di guarigione e protezione quando si verificano danni ai tessuti.

In altre parole, l'infiammazione è un segno che il tuo corpo protegge e guarisce se stesso. Pertanto, ha senso solo che gli alimenti che inducono risposte infiammatorie siano fonte di preoccupazione.

L'infiammazione cronica è stata collegata a molte malattie gravi, come l'artrite reumatoide, l'ictus, vari tumori, emicrania, demenza e in particolare le malattie cardiache. Per coloro che non lo conoscono, le malattie cardiovascolari sono la principale causa di morte nel mondo. Secondo l'OMS (Organizzazione mondiale della sanità), nel 2012 si sono verificati circa 17,5 milioni di decessi per malattie cardiache. Questo numero rappresenta il 30% dei decessi in tutto il mondo.

Ma non preoccuparti. Una serie apparentemente infinita di ricerche suggerisce che possiamo ridurre il rischio di sviluppare queste malattie alterando il nostro stile di vita. Non penso che sia necessario approfondire l'importanza di prendersi cura del proprio corpo, perché le ragioni sono poco meno che ovvie. Ma devi sapere come prenderti cura del tuo corpo e come prevenire queste malattie mortali. Passaggio 1: evitare questi alimenti.

1. Zuccheri
Il consumo sproporzionato di zucchero può avere un elenco di conseguenze. Si ritiene che aumenti i rischi di diabete di tipo 2, obesità, sindrome metabolica e infiammazione. Per non parlare del fatto che degrada i denti. Altre ricerche indicano che gli zuccheri possono peggiorare o addirittura causare l'acne. Lo zucchero può sembrare quasi impossibile da evitare poiché quasi tutto contiene zucchero. Tuttavia, in termini di moderazione e / o evitamento, prodotti ad alto contenuto di zucchero come bevande analcoliche, bevande alla frutta, dolci, torte ecc. dovrebbe essere monitorato. Alcuni sostituti dello zucchero sani includono stevia, miele e melassa. E mentre gli zuccheri presenti nei dolci sono qualcosa da evitare, gli zuccheri biologici freschi naturali e la frutta secca non sono la stessa preoccupazione. I frutti forniscono al corpo antiossidanti naturali, vitamine e fibre che si possono trovare solo nella natura succosa degli spuntini.

2. Oli da cucina comuni
Molti oli da cucina utilizzati nelle case e nelle aziende contengono alti livelli di acidi grassi omega-6 con acidi omega-3 molto poveri. Questo tipo di squilibrio può innescare reazioni infiammatorie e alla fine causare uno dei tanti disturbi e malattie sopra elencati. Non sorprende che questi oli siano spesso usati per preparare alimenti trasformati. È meglio evitare o moderare l'assunzione di oli vegetali polinsaturi come semi di cotone, curcuma, mais, olio di semi di girasole e olio di semi d'uva. L'olio extra vergine di oliva e l'olio di macadamia sono ottime alternative salutari perché le loro omega 6-3 proporzioni sono molto più equilibrate. L'olio di macadamia ha in realtà un rapporto 1: 1 e contiene acido oleico che è salutare per il sistema cardiovascolare.

3. Grassi trans
I grassi trans sono piccoli bracconieri. Non solo aumentano i livelli di colesterolo malsano, ma sopprimono anche i livelli di colesterolo "sani". Una dieta costante di grassi trans può aiutare nello sviluppo di obesità, infiammazione cronica e pericolosa insulino-resistenza. Questo può portare a malattie più gravi. I grassi trans sono quasi, se non addirittura, così comuni come gli zuccheri trasformati. Si possono trovare in abbondanza in fast food, prodotti trasformati, cibi fritti, alimenti preparati con olio parzialmente idrogenato, margarina o accorciamenti vegetali. È importante notare che un'etichetta con "0 grassi trans" non significa necessariamente che sia priva di grassi trans. La legge statunitense consente di etichettare senza prodotti i prodotti con meno di 0,5 grammi di grassi trans. Per evitare davvero i grassi trans, controlla gli ingredienti per vedere se il burro o l'olio parzialmente idrogenato sono stati usati nella preparazione. Se è così, buttalo via.

4. Prodotti lattiero-caseari
Secondo i ricercatori, la capacità di digerire il latte dopo l'infanzia è anormale. In realtà si ritiene che il 60% delle persone non riesca a digerire il latte. Pertanto, non è raro che il latte causi infiammazione. In alcuni, i prodotti lattiero-caseari possono causare disturbi di stomaco, diarrea, costipazione, eruzioni cutanee, orticaria, acne e difficoltà respiratorie. Il numero di prodotti lattiero-caseari e dei prodotti che li contengono è infinito. Burro e formaggio si trovano probabilmente in 9 dei 10 alimenti che puoi nominare nella parte superiore della testa. Questi alimenti includono biscotti, pane, cereali, torte, biscotti e molti altri ancora. Coloro che sono sensibili al latte possono sostituirlo con moderazione con kefir e yogurt senza zucchero. Il lattosio e le proteine ​​presenti nel latte sono scomposti da lieviti o batteri, consentendo una facile digestione e poca o nessuna irritazione.

5. Meat from Confinement
La ​​carne prodotta da fornitori commerciali generalmente ha una dieta ricca di acidi grassi omega-6 e senza acidi grassi omega-3. Insieme agli acidi infiammatori in eccesso, le cabine vicine riducono l'opportunità di esercitare, facendo aumentare il peso degli animali afflitti da grassi saturi. E a peggiorare le cose, ottengono integratori artificiali per promuovere una crescita più rapida. Quasi tutti gli acquisti commerciali di carne hanno attraversato questo processo a meno che non siano contrassegnati in modi diversi. Ora, non dirò che la carne dovrebbe essere completamente tagliata dalla tua dieta. Pertanto, un'opzione più salutare per i consumatori di carne è l'alimento biologico alimentato a pollame con più acidi omega-3. Il pollame ha l'opportunità di muoversi davvero, rendendo la sua carne più snella e più sana con livelli più bassi di grassi saturi.

6. Red and Processed Meat
Secondo i ricercatori della University of California Medical School di San Diego, la carne rossa, come manzo, maiale, agnello, ecc., Contiene una molecola chiamata Neu5Gc che non è prodotta naturalmente per il corpo umano. . Per coincidenza, il corpo è resistente a questa molecola e risponde con difese infiammatorie. Questa infiammazione può persistere sottilmente in molte persone, portando infine a malattie cardiovascolari o cancro. Nel 2007, il World Cancer Research Fund ha annunciato che le carni trasformate sono probabilmente le cause più comuni di vari tumori del colon, del retto e forse del polmone e dell'esofago. Le carni lavorate non sono salutari e dovrebbero essere evitate. La carne rossa, tuttavia, non è dannosa come la magra, i tagli organici di carne rossa con moderazione non sono pericolosi, quindi far parte della carne rossa una o due volte alla settimana non ti danneggerà. Le migliori opzioni e sostituti includono pollame, pesce e verdure. Per aiutare a prevenire contaminanti, di solito è più sicuro cucinare la carne usando metodi umidi come bollire o stufare.

7. Alcohol
Il consumo costante e prolungato di alcol può fare molto di più che mettersi nei guai con la legge. È anche noto che provoca infiammazione e / o irritazione dell'esofago, del fegato e della scatola vocale. Questa infiammazione prolungata può portare alla crescita di tumori nelle parti del corpo con infiammazione cronica. Voglio sottolineare l'idea di moderazione qui. Mentre scrivo, ho una birra al mio fianco. Un drink occasionale non ti ucciderà. Ma l'eccesso ha le sue conseguenze. Un ovvio sostituto dell'alcol sarebbe un bicchiere d'acqua. Forse una tazza di zenzero, succhi naturali o tè verde al gelsomino (che ha proprietà anti-invecchiamento e anti-infiammatorie).

8. Grains raffinati
Molti chicchi consumati oggi sono chicchi raffinati. I cereali raffinati mancano di fibre e vitamina B, sani quanto gli zuccheri trasformati (come menzionato in precedenza). Se consumato regolarmente, l'alto indice glicemico di cereali raffinati può stimolare lo sviluppo di tumori, malattie coronariche, diabete e altro. Questi fagioli si trovano in quasi tutto ciò che mangiamo, tra cui riso, farina, pane, pasta, torte, patatine, biscotti, qualunque cosa. Insieme ai cereali raffinati utilizzati come ingrediente, la maggior parte di questi prodotti viene elaborata per soddisfare gli standard e le aspettative commerciali. È praticamente impossibile evitare i cereali trasformati. Il metodo più efficace sarebbe davvero coltivare il tuo. Ricorda che ci sono alcune controversie sul termine "grano intero"; pertanto, alcuni segni potrebbero non essere completamente accurati.

9. Additivi alimentari artificiali
Si ritiene che gli additivi comuni come aspartame e MSG causino reazioni infiammatorie.
Gli unici alimenti che hanno a che fare con gli additivi nei prodotti sono confezionati. Ciò include il cibo servito nei ristoranti. Tagliare gli additivi artificiali dalla tua dieta non è necessariamente un compito facile. Quindi, se tutto il resto fallisce, guarnisci il tuo cibo con spezie e dolcificanti con proprietà anti-infiammatorie.

Questo articolo non ha lo scopo di spaventarti. Il punto è informarti: non posso sottolineare abbastanza come la moderazione gioca un ruolo in questa materia. Non è necessario aver paura di questi alimenti. Ma non c'è dubbio sulla necessità di sapere cosa sono in grado di fare al corpo quando superano. Fai attenzione ai sintomi infiammatori dopo aver provato nuovi cibi o cibi che potrebbero essere sensibili. Potrebbe salvarti la vita!

Sfortunatamente, questi fatti e conclusioni non impediranno a molte persone di ottenere queste cose dalla loro dieta. Ma ciò non significa che c'è qualcosa che non può essere aggiunto alla dieta di qualcuno per rendere questi alimenti infiammatori meno dannosi! Ecco alcuni alimenti anti-infiammatori che possono essere aggiunti ai piatti normali.

Pesci grassi

Pesci come salmone, sgombro e tonno possono aiutare a combattere l'infiammazione quando vengono gustati alcune volte alla settimana. Bollire, cuocere al forno o stufare sono i metodi più salutari di preparazione.

Avocado

L'avocado non è solo delizioso, ha proprietà antinfiammatorie ed è una fonte sana di grassi monoinsaturi naturali. Si raccomandano 5-7 porzioni di grassi naturali al giorno.

Verdure a foglia verde

Verdure a foglia verde più scure come broccoli, bietole, cavoli e una resistenza all'infiammazione leggermente migliore rispetto alle verdure più chiare Una porzione o due al giorno dovrebbero essere sufficienti per aiutare prevenire gonfiore e infiammazione.

Zafferano

La curcuma è stata usata nella medicina orientale per migliaia di anni ed è popolare nella cucina indiana. È stato usato per trattare mal di denti, ecchimosi, artrite reumatoide e infiammazione articolare. Solo un suggerimento nei loro piatti offre al consumatore le sue caratteristiche medicinali.
Noci
Le noci contengono attributi antinfiammatori e antiossidanti, nonché nutrienti essenziali come omega-3, rame, manganese e molibdeno. Una dose giornaliera raccomandata è di circa 30 grammi di noci.

Peperoni

L'aggiunta di una campana e / o pepe può migliorare notevolmente la resistenza alle infiammazioni. Il principio attivo, la capsaicina, viene utilizzato in alcuni unguenti per combattere il dolore e il gonfiore. Tuttavia, i peperoni possono scatenare la reazione opposta in alcune persone. Se noti nuovi sintomi o aumento dell'infiammazione dopo aver aggiunto i peperoni alla tua dieta, potrebbero non essere adatti a te.

Olio d'oliva

L'olio extra vergine di oliva può aiutarti a perdere peso, a ridurre il colesterolo e a ridurre l'infiammazione. Tuttavia, ci sono studi che implicano che queste proprietà si trovano solo nell'olio dalla prima spremitura delle olive.

Ginger

Gingerols (Le proprietà antinfiammatorie presenti nello zenzero) possono ridurre e prevenire il dolore e l'infiammazione prevenendo la formazione di composti infiammatori. È un rimedio comune per chi soffre di artrite e può essere incorporato nella tua cucina in molti modi.

Barbabietola

Oltre a combattere l'infiammazione, la barbabietola è anche una buona fonte di vitamina C. A Spesso amano grattugiare su insalate o stufati.
Santo Basilio

Naviga verso il mercato asiatico locale e raccogli un contenitore di queste cose. È economico, ampiamente disponibile e ha molti benefici per la salute; tra questi, ovviamente, gli attributi anti-infiammatori.

<! – << Precedente ->

<! – Successivo >> ->





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *