8 alimenti che aiutano con una malattia autoimmune


  8 alimenti che aiutano con una malattia autoimmune

È compito del sistema immunitario proteggerci da infezioni e malattie. Ma per le persone con malattie autoimmuni, lo stesso sistema responsabile di mantenerle sane si oppone a loro. Invece di un sistema immunitario che li protegge dalle malattie, hanno un sistema immunitario che può causare malattie.

Disturbi autoimmuni comuni comprendono la celiachia, il diabete di tipo 1, la malattia di Graves, la malattia infiammatoria intestinale (IBD), la sclerosi multipla (SM), la psoriasi, l'artrite reumatoide e il lupus. Questo elenco non è affatto esaustivo. Secondo il Servizio sanitario femminile, ci sono circa 80 diversi tipi di malattie autoimmuni che colpiscono milioni di persone in tutto il mondo.

I sintomi comuni delle malattie autoimmuni includono: [19659005] Estrema affaticamento

  • Difficoltà di concentrazione
  • Dolore muscolare
  • Intorpidimento e formicolio
  • Bassa febbre
  • Perdita di capelli
  • [19659000] Il comune denominatore dietro ogni disturbo autoimmune è l'infiammazione cronica. Come abbiamo spesso discusso, i cibi che mangiamo svolgono un ruolo importante nei nostri livelli di infiammazione. A questo proposito, parleremo di alimenti che riducono l'infiammazione e aiutano anche ad alleviare i sintomi delle malattie autoimmuni.

    HO 8 CIBI CHE AIUTANO UN DISORDINE DI AUTOMUNE

    « Sempre più è chiaro che l'infiammazione cronica è la principale causa di molte malattie gravi tra cui malattie cardiache, molti tumori e Morbo di Alzheimer «.

    Dr. Andrew Weil (fonte)

    1. FLETANO

    Una piccola porzione di ippoglosso contiene la quantità necessaria per un giorno di vitamina D. La mancanza di vitamina D è correlata a diverse malattie autoimmuni, tra cui il lupus, la sclerosi multipla e l'artrite reumatoide. Altre fonti di vitamina D includono sgombro, salmone, sardine, tonno e coregone. Fonti vegetariane includono tuorli d'uovo e funghi biologici.

    2. CURRICUM / CURCUMIN

    Diversi studi concludono che l'ingrediente principale della curcuma, la curcumina, stimola la salute del sistema immunitario attraverso le sue proprietà antinfiammatorie. Secondo Arthritis Foundation la curcumina sopprime i sintomi dell'osteoartrosi e dell'artrite reumatoide, tra cui infiammazione, dolori articolari e rigidità articolare.

    Una forma più biodisponibile di curcumina chiamata nanocurcumina è stata persino approvata in alcuni paesi come trattamento legittimo per l'HIV / AIDS e il cancro.

    3. Broccoli

    I broccoli contengono un potente antiossidante chiamato glutatione che può aiutare ad alleviare i sintomi delle malattie autoimmuni. Il glutatione è un potente antinfiammatorio e antiossidante che in alcuni studi ha dimostrato di essere basso nelle persone con un disturbo autoimmune.

    Il cavolfiore, il cavolo, i cavoli, il cavolo, le cipolle, i ravanelli e altri cibi ricchi di zolfo contengono glutatione.

    4. LINAZA

    Semi di lino è uno dei preferiti tra vegani e vegetariani a causa del suo alto contenuto di omega-3. Secondo uno studio pubblicato nel Journal of American College of Nutrition gli omega-3 contengono " le più potenti proprietà immunomodulanti " di qualsiasi acido grasso. Molti studi clinici attestano i benefici della supplementazione di omega-3 per alleviare alcuni dei più comuni tipi di malattie autoimmuni, tra cui il morbo di Crohn, il lupus, la sclerosi multipla e la psoriasi.

    5. Sauerkraut

    I crauti sono un'ottima fonte di probiotici, che aiutano a bilanciare i livelli di batteri buoni e cattivi o microbi. Quando il microbioma è sano, il nostro intestino è meno soggetto alla permeabilità, una condizione nota come "intestino permeabile". A sua volta, siamo meno sensibili a un disturbo autoimmune e ai sintomi correlati. Altre buone fonti di probiotici includono verdure fermentate, kimchi, zenzero sottaceto e kefir.

    6. GREEN TEA

    Gli studi preliminari che esaminano l'effetto del tè verde sulle malattie autoimmuni sono molto promettenti. I ricercatori ritengono che il tè verde, a causa del suo effetto su cellule immunitarie specializzate (o "cellule T") – e un'alta concentrazione di un composto chiamato EGCG – sia probabilmente utile per prevenire e trattare i disturbi autoimmuni. [19659013] 7. CEREALI FORTIFICATI (VITAMINA D)

    I cereali arricchiti sono una fonte potenzialmente ricca di vitamina D e una scelta eccellente per vegani e vegetariani. Solo una piccola porzione di cereali contenenti crusca fortificata, cereali integrali fortificati e crusca di uva passa ha tra il 12 e il 13% dell'apporto giornaliero raccomandato (o CDR) di vitamina D.

    Pesce grasso, latticini, succo d'arancia, latte di La soia e il formaggio sono altre buone fonti di vitamina D. Ma senza dubbio la migliore fonte di vitamina D è il buon vecchio sole.

    8. LATTE DI COCCO

    Le persone con un disturbo autoimmune sanno che non dovrebbero impazzire con il latte (o altri prodotti caseari). Latte di cocco, che ha proprietà analgesiche e antinfiammatorie. Diversi studi hanno scoperto che il latte di cocco aiuta a ridurre l'infiammazione e il gonfiore, a curare le ulcere e a neutralizzare batteri e virus.

    CIBO DA EVITARE

    Prima di concludere, ecco alcuni alimenti per le persone preoccupate per la malattia. Disturbo autoimmune – o infiammazione cronica in generale – da considerare per limitare o evitare (chiamato "DPA" o dieta con protocollo autoimmune, le raccomandazioni sono piuttosto rigide):

    • Alcohol
    • Dairy
    • Eggs
    • ] Grains [19659006] Legumes
    • Bevande o cibi zuccherati
    • Night Shadow Vegetables (Solanaceae)
    • Cooking Oils

    Ti è piaciuto? Condividi su Pinterest!
      8 alimenti che aiutano con una malattia autoimmune

  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *