»3 pensieri per far andare i glutei


3 Thoughts for Getting the Glutes Going

Scritto il 3 settembre 2019 alle 5:52, di Eric Cressey

Di recente, mi sono accovacciato per la prima volta in pochi mesi – e il dolore alla catena posteriore Mi è sembrato di farmi pensare all'anatomia funzionale in gioco, in particolare per quanto riguarda i glutei. Ecco cosa mi fa tremare il cervello su quel fronte (avvertimento: anatomia funzionale posta pesante nerd avanti).

1. Le persone pensano al gluteus maximus troppo come a un estensore dell'anca e non abbastanza come un aliante posteriore della testa del femore.

Il gluteus maximus è un importante motore primario dell'anca, specialmente nell'estensione dell'anca. Tuttavia, è anche uno stabilizzatore cruciale. Gli altri estensori dell'anca – muscoli posteriori della coscia e magnus adduttore – hanno punti di attacco inferiori più in basso sul femore.

Nel frattempo, il gluteo massimo si inserisce effettivamente più in alto – proprio vicino alla testa del femore.

Il risultato è che quando estendi il tuo fianchi con i muscoli posteriori della coscia e il magnus adduttore, la testa del femore può scivolare in avanti nella presa e irritare la parte anteriore dell'anca. Quando si ottiene un adeguato contributo del gluteo massimo, aiuta a ridurre questo stress anteriore. In molti modi, i glutei funzionano come una cuffia dei rotatori dell'anca (mentre i muscoli posteriori della coscia e il magnus adduttore agiscono rispettivamente come i lats e i pettorali).

2. L'attivazione del gluteo può cambiare il gioco rispetto alla tensione cronica del quadratus lumborum (QL), ma solo se esegui gli esercizi correttamente.

Shirley Sahrmann e i suoi discepoli hanno spesso osservato che ogni volta che vedi un muscolo affaticato, dovresti sempre cercare un sinergista disfunzionale. Un esempio comune alla spalla è un tendine del bicipite irritabile che raccoglie il gioco per una cuffia dei rotatori inefficace.

Quadratus lumborum si adatta al becco nel nucleo / estremità inferiore perché i suoi punti di attacco unificano il bacino, la colonna lombare e le costole. [19659011] Quando si accorcia, tira la colonna vertebrale in flessione laterale e la colonna lombare in estensione. In altre parole, può darti un rapimento e un'estensione dell'anca "falsi", entrambi provenienti dai glutei. Sia che tu stia eseguendo movimenti laterali a banda mini, vongole laterali o caricando i fianchi in un parto, devi assicurarti che il movimento avvenga sull'incavo della sfera (testa femorale – acetabolo) piuttosto che sulla colonna vertebrale. E, quando fai l'estensione dell'anca prona, i ponti supini, le spinte dell'anca e i deadlift, vuoi assicurarti di ottenere una vera estensione dell'anca e non solo un arco extra-basso della schiena.

3. Il ruolo eccentrico dei glutei nell'estremità inferiore potrebbe essere il loro contributo più importante.

Quando si verifica un attacco al tallone, inizia il processo di pronazione nell'estremità inferiore. Questa pronazione determina la rotazione interna della tibia e, a sua volta, del femore. C'è molta forza di reazione al suolo e range di movimento che devono essere controllati, così tanto che viene fatto passare lungo la catena perché semplicemente non abbiamo così tanta area della sezione trasversale nei muscoli sotto il ginocchio. Poiché funziona su tre piani di movimento, il gluteo massimo è in una posizione fantastica per aiutare rallentando la rotazione interna, l'adduzione e la flessione del femore.

Se stai cercando di saperne di più su come l'anatomia funzionale influisce sul tuo modo di valutare, allenare e programmare, ti incoraggio vivamente a dare un'occhiata al nuovo di Mike Robertson Coach Certification . Ho avuto l'opportunità di recensirlo ed è assolutamente fantastico. Puoi saperne di più – e ottenere un piacevole sconto introduttivo – QUI .

Iscriviti oggi alla nostra Newsletter GRATUITA e ricevi una serie di video in quattro parti su come deadlift!


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *